Grande colpo del Partizan Belgrado che ha firmato l’ala grande Frank Kaminsky. Il classe ‘93 vanta una notevole esperienza NBA, con oltre 300 partite alle spalle, vestendo principalmente la maglia degli Charlotte Hornets (2015-2019), poi quella dei Phoenix Suns e infine, nell’ultima stagione quella degli Atlanta Hawks e degli Houston Rockets. In Georgia è stato compagno di squadra di Bogdan Bogdanovic da cui Kaminsky si è fatto consigliare nella scelta di approdare in Serbia: “Ho chiamato Bogdanovic per primo quando si è presentata la possibilità di trasferirmi al Partizan. Mi ha detto un sacco di cose belle sul club e sulla città, che mi hanno aiutato a prendere la decisione di firmare il contratto”.

Nel frattempo la questione Mike James dovrebbe essersi definitivamente chiusa. Già Eurohoops aveva anticipato negli scorsi giorni che l’ex Olimpia Milano e CSKA era arrivato a Monaco pronto ad unirsi alla squadra. James è stato poi ospite del podcast “Urbonus” in cui ha in parte chiarito la situazione delle ultime settimane: “Non ho idea di questi rumors o di cosa stesse accadendo. Non so se sono la pietra miliare o parte del progetto di questa squadra, mi hanno detto che sarei rimasto e sono qui. Ho pensato alle complicazioni, avevo domande che non hanno ancora ricevuto risposta e cosa potesse accadere e sai, soppesavo le mie opzioni”.

Estensione di contratto? No, solo quel tipo di comunicazioni sul futuro, non ho avuto risposte se non che giocherò qui questa stagione o che non mi è permesso lasciare o valutare altre opzioni”

Dalla Grecia è rispuntato il nome di Kendrick Nunn. Il giocatore americano tempo fa aveva smentito i rumors provenienti dall’Europa, ma ora, secondo gazzetta.gr l’Olympiakos sarebbe disposto ad attendere il mercato NBA fino alla fine Agosto. L’ex Lakers e Heat starebbe infatti ancora cercando un contratto oltreoceano e, solo se non dovesse trovare sistemazione, potrebbe accasarsi nel vecchio continente.

 

In foto Kaminsky (Twitter)

Alessandro di Bari