L’Eurobasket Roma nell’ultima giornata della fase ad orologio sconfigge la Tezenis Verona 81-78 al PalAvenali mantenendo l’imbattibilità casalinga nel girone giallo. In una sfida che aveva poco da dire dal punto di vista della classifica, dato che Verona era già prima nel girone, mentre Roma già quinta, la differenza è stata fatta dalla maggiore energia della squadra di Pilot messa in campo e soprattutto nel finale di gara. La squadra romana ha ritrovato Bucarelli, che era assente dal match di andata con Treviglio ed ha concluso con 12 punti ed ha potuto dare più minuti a Gallinat, rientrato la scorsa gara con Milano e che oggi ha chiuso a quota 16 punti. L’elemento in più per l’Eurobasket è stato Kenneth Viglianisi, che nel giorno del suo compleanno ha chiuso a 16 punti, con 14 punti realizzati nell’ultimo periodo. Per Verona oltre alla sconfitta potrebbe arrivare un’altra brutta notizia, ovvero l’infortunio di Phil Greene IV, che è uscito a 7:34 dalla fine del terzo quarto e non ha fatto più ritorno in campo. Fortunatamente per l’esterno americano sembrerebbe essere solo una contusione muscolare e Verona potrebbe quindi recuperarlo per i playoff. Nel team di Ramagli sono arrivati 17 punti da Bobby Jones, che però ha passato parecchi minuti dell’ultimo quarto in panchina e 17 dal centro italiano Candussi. La differenza è stata fatta a rimbalzo, la squadra romana ha catturato 40 rimbalzi contro i 34 di Verona.

LA CRONACA

Nel primo quarto sono gli attacchi ad avere la meglio, con le difese che faticano a contenere le offensive avversarie e così dopo 3 minuti Verona è avanti 6-7. Bucarelli dopo aver saltato tutto il girone di ritorno torna in campo a 4:25 dal termine. L’equilibrio continua a resistere nella gara, con nessuna delle squadre che riesce a scappare, ma dopo 7 minuti Roma riesce a sorpassare e si porta in vantaggio 18-15. La squadra di Pilot rimane avanti e conclude il quarto sul 20-18. Nel secondo periodo gli ospiti partono forti, con una grande difesa e guidati in attacco da Caroti, piazzano un parziale di 7-0 e si portano avanti 20-25 dopo tre minuti. L’equilibrio continua a regnare sovrano nella gara, con le squadre che continuano a rispondersi colpo su colpo ed a  tre minuti dall’intervallo i team sono in parità 29-29. La squadra romana riesce a portarsi avanti e arriva all’intervallo in vantaggio 39-38. Nel terzo periodo la sfida continua a scorrere sui binari dell’equilibrio, con Gallinat che continua a replicare a Candussi e dopo tre minuti Roma è avanti 47-46. A 7:34 dalla fine del terzo quarto esce per un infortunio al ginocchio Phil Green IV e si dirige direttamente negli spogliatoi. Le squadre continuano a rimanere a contatto e così Verona arriva a tre minuti dal termine del quarto è avanti 51-57. La squadra di Ramagli conclude il terzo periodo in vantaggio 57-61. Nell’ultimo quarto parte forte Verona, che con una buona difesa piazza un parziale di 5-0 e si porta avanti 57-66 a sette minuti dal termine della gara. La squadra romana continua a rimanere a contatto grazie alle triple di Viglianisi ed a tre minuti dalla fine è sul -4 (69-73). A 2:36 dal termine della sfida esce per 5 falli Cicchetti. A 1:20 dalla fine lascia il campo per 5 falli Janelidze. La tripla di Viglianisi fa -1 (72-73) ad 1 minuto dal termine, ma Caroti replica con un 1/2 in lunetta e fa +2. Viglianisi con un 2/3 ai liberi fiem la parità e Gallinat con un altro 1/2 fa +1 a 19 secondi dal termine. Viglianisi con un 2/2 in lunetta firma il +3 a 17 secondi dalla fine. Caroti con un jumper riporta Verona a -1 a 14 secondi dal termine. Viglianisi con un 1/2 in lunetta fa +2, ma sul secondo libero sbagliato prende rimbalzo Fanti  e Gallinat con un 2/2 fa +4, replica Candussi ma è troppo tardi, Roma vince 81-78.

QUI le statistiche del match

 

Valerio Laurenti