Il direttore sportivo della Carpegna Prosciutto Pesaro, Stefano Cioppi, ha parlato a Mirko Facenda sul “Corriere Adriatico Pesaro” della situazione della sua squadra, parlando soprattutto dell’importanza dei punti conquistati a Brindisi: “Sono importantissimi e nel campionato italiano vincere in trasferta è sempre molto difficile e quindi la definirei una vittoria pesante. Questi due punti ci danno il più uno in media inglese e questo è fondamentale perché ci protegge da una eventuale serata negativa, che magari potrebbe succedere in futuro in casa, dove tra l’altro dobbiamo ancora ospitare la capolista Virtus Bologna. Siamo consapevoli che il nostro calendario è ancora complicato in questo girone di andata, però continuiamo a lavorare così perché possiamo toglierci delle belle soddisfazioni”.

Nella squadra si respira un bel clima e c’è stata tanta voglia di lavorare anche durante la passata pausa legata alle Nazionali: “Anche io ero presente in palestra quella domenica mattina con loro, e chiaramente abbiamo apprezzato tutti come molti degli addetti ai lavori che erano alla Vitrifrigo Arena per la Ibsa Next Gen, sorpresi dal fatto che i giocatori fossero a lavorare nonostante il giorno libero. Adesso bisogna continuare a lavorare così perché la strada è lunghissima e magari fare anche qualche cosa di più. Per esempio, mentalmente diventare una grande squadra che gioca per quaranta minuti nello stesso modo anche se è sopra nel punteggio. A Brindisi per trenta minuti si è vista una organizzazione e una determinazione di altissimo livello, negli ultimi dieci minuti no. Molti potrebbero dirmi di non fare il fenomeno che è normale, ma invece le squadre di grande livello giocano quaranta minuti allo stesso modo a prescindere da quello che appare sul tabellone. Inoltre bisogna andare in campo con la convinzione e determinazione di poter vincere sempre anche quando si gioca contro i più forti”.

Fonte: legabasket.it