La striscia di sconfitte rimediate dall’UNAHOTELS Reggio Emilia tra Basketball Champions League e Serie A UnipolSai è arrivata a quota cinque ma questo non ha abbattuto il morale e la determinazione di Nathan Reuvers. Il lungo statunitense classe 1998, autore finora di 10 punti e 4.5 rimbalzi di media in campionato, è infatti convinto che, partendo dai segnali dati in coppa contro il Pinar Karşıyaka, la compagine di coach Menetti possa tornare presto a gioire per una vittoria: “Col Pinar abbiamo mostrato miglioramenti su tutti gli aspetti del gioco. Ora quello che ci manca è “solamente” trovare un modo per trasformarli in vittorie. E da lì possiamo costruire la nostra stagione” ha dichiarato ad Adriano Arati sulla “Gazzetta di Reggio” il nativo di Lakeville.

Poi il lungo americano ha analizzato il momento negativo della sua squadra: “Non saprei indicare un problema su tutti, di sicuro l’approccio alle partite è stato spesso problematico. Ci siamo trovati sotto già a metà gara e poi costruire una rimonta è sempre più difficile. Dobbiamo sicuramente approcciare le partite meglio e sarà più facile anche finirle con una vittoria. Il ritorno di Michele Vitali e Arturs Strautins è a tutti gli effetti un plus molto importante per noi. Sono entrambi ottimi giocatori e fa sempre bene avere in squadra atleti che ti alzano il livello”.

A questo proposito, Reuvers è certamente uno che, grazie anche ai suoi centimetri, sa produrre giocate importanti e nel tempo lo ha dimostrato coltivando in particolare l’arte della stoppata: “La cosa più importante su cui allenarsi per riuscire a stoppare a parer è il tempismo, non saltare alle finte e soprattutto arrivare alla partita preparati su quelle che sono le caratteristiche degli avversari, in modo da sapere come affrontarli. Mi piace anche giocare da “5”, non è un problema. Dall’inizio della mia carriera gioco entrambi i ruoli e mi sento a mio agio sia in attacco che in difesa. Prendere più rimbalzi e saper giocare in maniera più solida attraverso i contatti sono due cose che voglio sicuramente riuscire a fare con miglior costanza. Sono contento di aver fatto passi in avanti in tal senso, ripartirò da lì per fare ancora meglio”.

Con questo spirito propositivo e questa consapevolezza, Reuvers e la UNAHOTELS si lanceranno a caccia dei due punti nella prossima sfida contro l’Happy Casa Brindisi: “Abbiamo affrontato Brindisi in prestagione e siamo riusciti ad ottenere una vittoria. Vuol dire poco, sicuramente, ma può aiutarci a costruire una buona gara. La chiave sarà giocare con grande intensità ed energia e rimanere uniti per tutti i quaranta minuti. Perkins? È un giocatore solido e potente. Non dobbiamo permettergli di dominarci a rimbalzo, dobbiamo fare un buon lavoro sotto canestro come squadra”.

Fonte: legabasket.it