Facendo il punto con Silvano Focarelli sul “Corriere dello Sport” dopo la vittoria di Brescia, il coach della NutriBullet Treviso Marcelo Nicola ha sottolineato gli alti e bassi della sua squadra: “Non c’è dubbio che questi sbalzi di rendimento di pendano solo dalla nostra testa e dalla convinzione in ciò che facciamo. Quando siamo concentrati, rispettiamo le nostre regole e seguiamo il piano partita, siamo una squadra, altrimenti ne siamo un’altra. E ciò vale anche non solo da una partita all’altra ma anche all’interno della stessa. Per cui dobbiamo essere maturi e sempre convinti in ciò che dobbiamo fare in campo”.

Nicola vorrebbe una maggior regolarità di rendimento: “È quello che vogliamo e per il quale lavoriamo. D’altra parte quando ci siamo riusciti sono arrivati risultati importanti: nel bene e nel male la NutriBullet è questa, bisogna migliorare per essere appunto più solidi e non avere questi cali di rendimento”.

La testa va già al match contro la Bertram Yachts Tortona di domenica: “Dovremo evitare di avere certi vuoti di memoria, questi black out bisogna assolutamente metterli da parte ed avere nei 40 minuti, o quanti saranno, maggiore uniformità. Insomma, bisognerà restare collegati al match, dalla palla a due fino alla sirena finale. Tutti dovranno fornire il loro contributo, anche nelle situazioni più precarie”.

Fonte: legabasket.it