Prima gara del girone di ritorno che anticipa di qualche settimana la manifestazione che mette in palio il primo trofeo del 2022. Quella con l’Happy Casa sarà il preludio alla sfida di Coppa Italia che le due squadre giocheranno nel primo turno a Pesaro, nel weekend lungo dal 13 al 16 febbraio.

Dopo una settimana intera passata in palestra a lavorare per migliorare sempre più la conoscenza dei compagni e soprattutto perfezionare quella fase difensiva di gruppo, che può fare la differenza nelle partite che verranno, la Segafredo si appresta ad affrontare così, quella Brindisi che eliminò con un perentorio 3 a 0 lo scorso anno nelle semifinali scudetto.

La nota positiva di queste ultime settimane, è rappresentata dal fatto che il gruppo ha visto rientrare prima Cordinier e poi Mannion, due elementi che dovranno fornire un valido aiuto ai compagni che sino ad ora, hanno compensato egregiamente la loro assenza.

La gara vittoriosa con Treviso, incanalata quasi subito su un vantaggio importante, ottenuto grazie ad un avvio sontuoso di Kyle Weems, ha fornito indicazioni confortanti sulla crescita del gruppo soprattutto nella metà campo difensiva. Facendo le dovute considerazioni, tenendo conto di una NutriBullet non certo al massimo della brillantezza, i ragazzi di coach Scariolo, hanno mostrato un’accresciuta attenzione in difesa, oltre ad aver messo in mostra, sensibili miglioramenti fisici dei singoli, che tuttora stanno recuperando la condizione atletica. Come si sa da tempo, la Virtus è stata martoriata dagli infortuni, diciotto nella prima metà del campionato, ma nonostante questo handicap, ha chiuso il girone d’andata con un record di 3 perse (tutte in trasferta) e 12 vinte. Paragonando il dato con la stagione scorsa, si nota un netto miglioramento da quelle 5 perse (tutte in casa) e 9 vinte (la gara con Roma invalidata), segno evidente che il gruppo odierno, seppur mai presente contemporaneamente, ha nelle proprie corde tanto talento. Discorso diverso sul fronte Eurocup, la cavalcata dello scorso anno fu encomiabile, ma è bene pur sempre ricordare che le prime ed uniche due sconfitte della competizioni, costarono parecchio alla Virtus, quel passaggio in Eurolega che rimane l’obiettivo più ambito anche oggi. Ad essere del tutto onesti, occorre considerare che l’attuale competizione, sembra avere un livello di competitività molto più alto rispetto alle due fasi a gironi giocate lo scorso anno. In particolare, il girone in cui gareggia la squadra del Presidente Zanetti, sembra più agguerrito rispetto all’altro, seppur siano semplici sensazioni.

Quello contro Brindisi, rappresenta decisamente un buon test per capire se i rientranti, con una settimana in più di lavoro in palestra insieme ai compagni, abbiamo migliorato la propria condizione, e capito maggiormente cosa si aspetta da loro l’allenatore. La squadra di coach Vitucci, in questa prima parte di stagione non ha brillato particolarmente, ma conserva comunque una certa dose di pericolosità, specialmente quando si innesca Nick Perkins, un lungo di buone capacità offensive che migliora ogni anno da quando è arrivato in LBA.

Non sarà compito facile per i bianconeri, uscire dal PalaPentassuglia con la vittoria, ma una Virtus che insegue obiettivi prestigiosi come quella odierna, ha quanto meno l’obbligo di giocare la propria partita con la convinzione che il successo sia alla portata.

In casa Segafredo mancheranno ancora Teodosic, Hervey ed i lungo degenti Abass e Udoh. Per il serbo, si prospettano tempi di recupero che potrebbero addirittura accorciarsi rispetto alle prime dichiarazioni, mentre per l’ala grande americana, i tempi sembrano slittare leggermente. La considerazione che verrebbe da fare riguardo a tali notizie, visto quanto successo sino ad ora, è quella di evitare di accelerare troppo i rientri, meglio avere tutte le certezze del caso, i prossimi impegni, saranno importanti, chi va in campo deve farlo nel pieno della condizione fisica. Ed in Virtus, questo lo sanno molto bene.

Palla a due alle ore 17:00 agli ordini dei Sigg.ri Paternicò, Quarta e Valzani. La gara verrà trasmessa in diretta da Discovery+ e sulle frequenze di Radio Nettuno Bologna Uno in compagnia di Dario Ronzulli.

 

Alessandro Stagni