Alberto Tonut, padre di Stefano, vecchia gloria del nostro basket è stato intervistato da Il Piccolo.

Queste le parole sul figlio, sempre più protagonista con la Reyer Venezia:

“Mi ha sorpassato, e non da ieri. Ho assistito alla gara5 dei quarti di finale contro Sassari, credo di aver perso due anni di vita con tutte quelle emozioni. Per 39 minuti non c’erano spiragli per Venezia e invece poi la bomba di Stefano mi ha riconciliato con il mondo.
Solo i grandi campioni possono tirare maluccio da tre punti e poi mettere la tripla decisiva. E lo dice uno che ha provato a proprie spese cosa significa trovarsi di fronte uno così: il buon D’Antoni dopo aver cannato nove tiri segnò il decimo e decise uno scudetto. Posso dire che mio figlio ha due attributi clamorosi?!”.

Foto Ciamillo-Castoria