La Germani esce sconfitta anche dalla sfida di Eurocup contro Ulm. Quarta sconfitta consecutiva tra Campionato e Coppa e crisi ufficialmente aperta. La squadra di coach Magro parte bene, conduce l’incontro per quasi tre quarti, prima di sciogliersi come neve al sole nell’ultimo uscendo sconfitta per 72-85. Dagli spalti cominciano a sentirsi i primi malumori di una piazza che non accetta queste rese incondizionate. Male tutta la squadra. A salvarsi è il solo Odiase che con 17 punti è il migliore dei padroni casa poi, a parte i 10 di Gabriel, di cui 8 nel primo tempo, e i 13 di Della Valle (11/12 ai liberi) poco o nulla. Per gli ospiti, al contrario, una partenza ad handicap e poi, dopo aver aggiustato la mira da oltre l’arco dei 6,75, tutto in scioltezza. Sono cinque alla fine gli uomini in doppia cifra per la formazione di coach Gavel, con Dos Santos (18) miglior realizzatore. Ma a nostro avviso sono le 16 bombe su 34 tentativi, quattro a testa per Christen e Paul, che hanno tagliato le gambe ai padroni di casa. Per contro Brescia chiude con un deludente ed inaspettato 6/21 che non lascia spazio a commenti. Ora più che mai servirà fare tutti quanti un esame di coscienza, perché se è vero che le assenze di Cobbins, Caupain Jr e Petrucelli sono pesanti, i restanti componenti devono impegnarsi quantomeno il doppio. La trasferta di sabato sera in quel di Varese sarà il primo banco di prova.

Cronaca:

Comincia bene la formazione di coach Magro che si porta subito in testa alla contesa grazie ad un Odiase padrone del pitturato(8-2). La reazione di Ulm non si fa attendere e con Dos Santos gli ospiti muovono i primi passi. Cinque punti di Gabriel, in risposta a quelli del brasiliano, non bastano per innescare la fuga bresciana. Infatti una bomba di Hawley, seguita all’inizio dell’ultimo minuto da quella di Jallow, permette agli ospiti di passare addirittura al comando. E’ un fuoco di paglia perché la coppia Della Valle-Cournooh riporta avanti la Germani al suono della sirena (18-15). Nella prima parte del secondo quarto la Germani aumenta il distacco giocando un basket offensivo di qualità. Ulm fatica a contenere i padroni di casa che con il primo canestro dal campo di Nikolic e una bomba di Gabriel si portano sul +12 (36-24). Un parziale di 9-0 targato Paul, Nunez e Christen rimette inaspettatamente in corsa gli ospiti che tornano sul -3 (36-33). Una bomba di Cournooh e un gioco da tre punti di Caboclo chiudono il primo tempo sul 39-36 in favore di Brescia. Al rientro dagli spogliatoi le due compagini continuano il loro botta e risposta perpetuo con Brescia che a metà quarto mantiene il +3 di vantaggio (49-46). Sul 52-48 Germani l’aggressività degli ospiti aumenta sensibilmente. Con Christen da tre e con una penetrazione in solitaria di Dos Santos i tedeschi passano in vantaggio (52-53). A chiudere il parziale di 10-0 ospite ed il terzo periodo ci pensa Laquintana con una preghiera da metà campo (55-58). L’ultimo quarto comincia con una bomba di Massinburg per il momentaneo pareggio. Ulm però con caparbietà rimette il naso avanti e con la solita bomba di Christen, a cui fa seguito quella di Paul, prova la fuga decisiva (60-68). Allo scoccare del quinto minuto la tripla di Jallow pone fine all’entusiasmo del palazzetto e dei giocatori in campo (60-71). L’ultimo ad alzare bandiera bianca è Tai Odiase che continua a lottare e, se ben innescato, a segnare punti. Peccato che dall’altra parte i canestri da tre a ripetizione continuano a far male portando la contesa sul punteggio finale di 72-85.

Qui le statistiche dell’incontro

in foto CJ Massinburg (Ciamillo-Castoria)

Riccardo Chiorzi