La Reyer Venezia espugna il campo del Cluj Napoca per 80-85 dopo aver condotto la partita per quaranta minuti, cogliendo così il primo successo in Eurocup. Un successo meritato ed arrivato grazie ad una buona prova balistica di squadra: 59,3% da due e 47,4% da tre. Tra gli oro – granata ottime prove di Marco Spissu, Derek Willis e del capitano Michael Bramos; ai padroni di casa non bastano le ottime prove di Taylor e Meindl.

 

PAGELLE 

 

Cluj – Napoca

Guzman  5.5: Ben controllato dalla difesa lagunare, tira con il 50% dal campo ma non ha grandi altre chance. In difesa fa molta fatica contro Bramos che lo domina.

Sanders 5: Impalpabile. L’ex della partita non si fa di certo rimpiangere dagli oro – granata, che lo controllano senza problemi nella metà campo offensiva. In difesa si sbatte e prova a mettere il fisico.

Kuti   ng

Taylor   7.5: il vero faro offensivo è il play americano è l’ex Virtus Roma che ne segna 21 in 30′. La Reyer fa tanta fatica nel contenere le sue giocate offensive, ma risulta non troppo aiutato dal resto della squadra.

Stipanovic  7: Sotto il canestro della Reyer fa quel che vuole segnando 6 delle 7 conclusioni tentate. In lunetta è tutt’altro che preciso ed a rimbalzo non si sente molto. Nel complesso offre una buona prova.

Bircevic  5: Aiuta abbastanza a rimbalzo ma offensivamente è spuntatissimo: il suo 0/5 dall’arco è una macchia pesante su una partita conclusa con 5 falli commessi.

Cate  7: offre una prova molto solida ed aiuta i suoi nel tentativo disperato di rimonta finale non concretizzato. Risulta essere uno dei migliori per il Cluj.

Meindl  7: Una prova a tutto tondo per l’ala brasiliana che è una delle armi più importanti dei rumeni. 17 punti, 7 rimbalzi e 4 assist per il numero 23.

Richard  6.5: mezzo voto in meno per la palla persa negli ultimi secondi in piena rimonta rumena, con un semplice palleggio chiuso goffamente sul piede. Nel complesso offre una buona prova e risulta essere positivo per i suoi.

Lapuste   ne

Rochnafsky   ne

Diaby   ne

 

All. Silvasan    5.5: I suoi ci provano ma subiscono nell’arco di 40′ la lucidità e freddezza lagunare, nonostante il viaggio della speranza ed una partita dura giocata Domenica con Milano. Hanno decisamente meno qualità del team italiano, ma se perdi 15 palloni e tiri con il 25% da tre diventa difficilissimo portarla a casa.

 

UMANA REYER VENEZIA 

Tessitori   ng

Spissu  7.5: Era apparso in netta ripresa nella sfida contro Milano, conferma le impressioni con una prestazione a tutto tondo. 18 punti, 6 rimbalzi e 7 assist, il folletto sardo sta prendendo in mano con grande solidità la “sua” Reyer. Mezzo voto in meno per la gestione finale perfettibile.

Freeman  6: Mezzo voto in più per quella tripla pesante come un macigno nel finale di gara dopo una partita che l’ha visto ben poco in luce e più in ombra. A volte ferma troppo il palleggio e perde 4 palloni, ma – appunto – quel canestro spezza la definitiva resistenza del Cluj.

Bramos  7.5: In dubbio contro Milano per un problema al collo, ci si aspettava non fosse in gran forma anche in Transilvania ed infatti ha giocato solo 19 minuti. Peccato per i rumeni che il capitano metta la firma con 16 punti, 5/7 dal campo ed una prova chirurgica. Semplicemente una sentenza da oltre l’arco.

Sima  6: Parte in quintetto inaspettatamente, non tira mai dal campo e segna solo un punto, ma difensivamente offre una buona prova con importante solidità a rimbalzo.

Moraschini  6: I primi 15′ di Moraschini in Europa arrivano in Transilvania. Offre una buona prestazione difensivamente ed in attacco segna 2 punti in lunetta, sta entrando nei meccanismi Reyer.

De Nicolao   ng

Granger  5.5: Paga la stanchezza dopo la grandissima prova offerta contro Milano, segna 6 punti con un brutto 1/7 dal campo e soffre eccessivamente la pressione del Cluj negli ultimi 2′ con una palla persa non bella.

Brooks  6: gioca solo 10′ dopo la devastante prova da ex contro Milano, è pulito dal campo con un 1/1.

Willis  8: Mezzo voto in meno anche a lui per una palla persa abbastanza banale, ma se ne scrivi 22 a referto dominando la partita con un clinic offensivo di altissimo livello non puoi che meritare voti alti. Piazza 5 schiacciate per ricordare a tutti che il #35 ha un atletismo debordante.

Watt  6.5: Segna meno del solito ma va lo stesso in doppia cifra senza grosse difficoltà, a ricordare che ha un talento infinito. Segna un 2+1 dal peso specifico enorme nel finale.

Chillo   ne

 

All. De Raffaele   7: ruota bene i suoi uomini e trova una vittoria salvifica pur soffrendo un po’ troppo nel finale. Si potevano evitare quelle palle perse di troppo negli ultimi 120 secondi, ma contavano i 2 punti. Era fondamentale sbloccarsi, farlo in trasferta così e con quei segnali dati da Bramos, Spissu e Willis è incoraggiante.

 

Chiara Morbio

foto: Reyer Venezia