Dopo le prime 5 sconfitte consecutive e prestazioni da parte di tutto il roster quasi imbarazzanti, proprio questa notte finalmente i Los Angeles Lakers si sono portati a casa la prima vittoria stagionale con un ottima prestazione da parte dei Big Three ( James, Davis, Westbrook) contro i Denver Nuggets (QUI).  Hanno finalmente fatto scivolare via un po’ di critiche avute nell’arco della settimana che però vedevano la conferma sul campo: peggior attacco e peggior difesa di tutta l’Nba, unica squadra ad ancora non aver vinto una partita e squadra con peggior percentuali da due e tre punti. Insomma non è che erano messi nei migliori dei modi! Inoltre se i tifosi giallo-viola pensassero “eh anche se arriviamo ultimi possiamo prendere nel prossimo draft Wembanyama”, bhe si sbagliano di grosso dato che la prima scelta 2023 l’hanno ceduta ai Pelicans tre anni fa per prendere Davis! Tutti i tifosi ora sperano che con questa vittoria si sia ridato un po’ di ossigeno nell’ambiente e che ora possano iniziare la cavalta per un posto nei playoff. La stagione è ancora lunga e vedremo dove questi Lakers arriveranno !

 

 

Restando ad ovest ma sponda Dallas ritroviamo in queste prime partita un Luka Doncic che vuole puntare a quel MVP e lui ci crede molto!   Non male l’inizio dei Mavs anche se con 3 vittorie e 3 sconfitte ma una cosa è certa in questo avvio: i sei trentelli per il talento sloveno  Un avvio di campionato del genere può essere paragonato solo a quello di Michael Jordan alla sua terza annata NBA, parallelo che dà l’idea della grandezza del n°77 dei Mavs che ci delizia partita dopo partita del talento e delle capacità che ha questo giocatore. Tiratore, penetratore a canestro, visione di gioco e assist man, insomma può fare di tutto dimostrando sempre i più che oltre ad essere una vera e propria stella, si prende in mano la squadra da vero leader. Riusciranno questi Mavs a portarsi a casa un buon posizionamento nei playoff?

 

 

Spostandoci verso Est troviamo DeMar DeRozan che in questa settimana ha passato il record dei 20000 punti in carriera. Il record è stato scritto durante il match contro proprio i San Antonio Spurs di Gregg Popovic, sua ex squadra e suo ex allenatore prima di approdare ai Bulls. Nell’intervista pre- partita dove gli si è chiesto un parere su questo record che poteva battere lui ha risposto così: “Solo conoscere la quantità di giocatori che hanno giocato in questo gioco per 75 anni, è pazzesco! Non molte persone arrivano nemmeno a quel punto. Alcuni dei miei giocatori preferiti che ho visto non sono mai arrivati ​​a quel punto. Solo essere menzionato nei record di punti, top-50 di tutti i tempi, essere in grado di ottenere il rispetto da uno dei più grandi allenatori di tutti i tempi, avere l’onore di giocare (a San Antonio) e questi tifosi mi abbracciano come hanno fatto i miei tre anni, è semplicemente pazzesco come le cose riescano a chiudere il cerchio.”  Insomma una serata da incorniciare per lui che lascia forse quell’amaro in bocca per la sconfitta per 129-124.

 

 

I due qui presenti Donovan Mitchell e Caris LeVert fanno sognare i tifosi di Cleveland che per ora se la cava bene con cinque vittorie e una sconfitta. Oltre a far sognare danno anche spettacolo in particolare nella gara contro i Boston Celtics vinta per 132-123, i due signori hanno messo a segno ben 41 punti a testa! Mica male soprattutto se contro avevano Jaylen Brown e Jayson Tatum da rispettivamente 32 punti. Il clima sembra giusto per questi due ragazzi che vogliono dimostrare tanto e posso farlo, da vedere nel proseguo del campionato come andranno le cose ma per ora godiamoceli!

 

Si interrompe nella nottata la striscia record di 20+ punti per il nostro Paolo Banchero che in queste prime partite sta diventando sempre più un leader per questi Orlando Magic.  Anche se hanno questa stella, i risultati non soddisfano le aspettative con una sola vittoria contro i Charlotte Hornets (QUI) nelle prime sei partite. I singoli ti possono risolvere le partite ma la prestazione viene da tutta la squadra. C’è ancora molto da lavorare soprattutto in ambito difensivo!     Nel frattempo Banchero inizia a levare un po’di dubbi su con quale nazionale giocherà dopo che negli ultimi giorni era stato accostato al team USA: infatti in un podcast di un suo compagno di squadra, è stato stuzzicato su questo argomento ma lui è stato molto chiaro “Ho intenzione di giocare per la nazionale Italia!” (Qui per l’articolo).

 

Recap e highlights di tutte le partite qui .

Altro info Nba qui .

Qui le classifiche.

Pietro Masci

Foto Nba