Alla Stark Arena di Belgrado è andata in scena Partizan-Zalgiris. Partita spartiacque per entrambe le squadre, con una vittoria lo Zalgiris manterrebbe vivo il sogno Play-in, al contrario perdere per la squadra serba contro un’avversaria sulla carta così abbordabile metterebbe a rischio un piazzamento ai playoffs. Zalgiris che ha condotto per buona parte del primo tempo, poi però le individualità del Partizan hanno ribaltato la partita. Vincono i padroni di casa 81-72.

CRONACA

Gli ospiti partono subito forte, con Giedraitis che segna il 10-3 dopo 7′. Dopo il canestro di rapina da lotta a rimbalzo di Ulanovas per il +11 per lo Zalgiris, inizia lo show personale di P. J. Dozier. La point guard del Partizan segna 14 punti in fila, lo Zalgiris risponde da squadra ma Dozier è inarrestabile e riporta i suoi a -6, che diventa -4 dopo il canestro di Leday sul finire del quarto. Il tabellona recita 22-26.

Lo Zalgiris prova ad allungare in apertura di quarto con un mini-parziale firmato Evans-Hayes, ma il Partizan risponde grazie alla sua fisicità sotto canestro. Le squadre di scambiano canestri, ma il post-basso nel pitturato permette a Leday di siglare il canestro del pareggio sul 39 pari. Ancora Leday a segno, questa volta dalla lunetta per il vantaggio Partizan. Segnano Smits e Punter, il punteggio alla pausa lunga è 45-43.

Entrambe le squadre rientrano dagli spogliatoi concentrate, Evans continua la sua serata ispirata mentre il Partizan continua a giocare con insistenza in avvicinamento a canestro. Un paio di palle perse da entrambe le parti e dopo 4′ il Partizan conduce 55-47 grazie al canestro di Punter, che sancisce anche il massimo vantaggio dei Serbi nella partita. Il Partizan alza i giri della propria difesa mentre in attacco si rivede Punter, ma ancora una volta è Evans con una tripla a togliere le castagne dal fuoco per i suoi e fare  nuovamente -5. Lo Zalgiris segna 4 triple di fila, mentre Punter dall’altra parte certifica di essere definitiviamente in partita. Il terzo quarto si chiude sul 61-59 per i padroni di casa.

Kaminski si accende improvvisamente con 6 punti in fila, P. J. Dozier in acrobazia fa il +8 per i suoi colori. Ancora Kaminski che arrotonda a +10 , 71-61 a 5′ dalla fine. Lo Zalgiris non molla cercando di far valere la maggiore esperienza dei suoi interpreti, ma il Partizan è ormai in ritmo. Finisce 81-72.

 

QUI le statistiche

FOTO Euroleague

 

Riccardo Pirrò