BOLOGNA – È stata una partita che è finita dopo appena pochi minuti. Dominata in lungo ed in largo dalla Virtus Bologna. Al PalaDozza Brindisi non può far altro che arrendersi per 98-68.
La differenza di valore in campo è stata emblematica. La squadra di Vitucci non ha mai saputo trovare le contromosse allo strapotere della Segafredo che ha fatto vedere di che pasta è fatta, soprattutto nel nostro campionato.
Le folate degli uomini di Scariolo – senza gli infortunati Shengelia, Abass, Menalo e con Teodosic e Ojeyele fuori per turnover – hanno piegato i brindisini fino a toccare anche i trenta punti di distacco.
La Virtus con questa vittoria rimane saldamento al comando del campionato, ancora imbattuta con 8 successi in 8 partite. La Happy Casa invece ha la necessità di ritrovarsi e lo dovrà fare solamente con le vittorie. Le ultime due uscite in campionato sono state infelici, ma la qualità del roster di Brindisi è tale da poter proseguire in un cammino tranquillo.
Per la Virtus ci sono 16 punti di Marco Belinelli, 15 di Nico Mannion, 15 di Kyle Weems, 11 di Iffe Lundberg, 11 anche di Isaia Cordinier e 10 di Jordan Mickey.
Per Brindisi arrivano invece 12 da Joonas Riisma, 11 da Ky Bowman e 10 da Jason Burnelli. 

La cronaca 

La Virtus comincia subito con il piede giusto, soprattutto per quanto riguarda le percentuali tiro pesante: Weems e Mickey siglano l’11-4 dopo 3’.
Il ritmo impastato dai padroni di casa è veramente impressionante. Belinelli è una macchina di triple, Bako schiaccia ad alta quota: il primo quarto termina 32-19.
Ad inizio secondo quarto la musica non cambia. La Virtus fa la partita e Brindisi arranca. I bianconeri vanno sul 37-19 (+18 massimo vantaggio).
Poi però la Segafredo si blocca in attacco e piano piano gli ospiti ricuciono. Riisma si mette in proprio è segna il -8 (41-33).
All’intervallo però si va con i padroni di casa avanti di 12 lunghezze sul 50-38.
La ripresa dei giochi è tutta a tinte bianconeri. Mannion e Lundberg danno spettacolo e Vitucci chiama timeout sul 61-42.
È monologo Virtus che domina il terzo quarto e lo chiude avanti 79-50. 
Il quarto quarto è solo per le statistiche. La Segafredo batte Brindisi per 98-68. 

QUI le statistiche complete del match 

Eugenio Petrillo 

Nell’immagine Kyle Weems, foto Ciamillo-Castoria