L’ottava giornata di Serie A è alle porte, ci apprestiamo a viverla come al solito con passione e trasporto. Anche in questo turno non mancheranno partite interessanti che ci porteranno sicuramente degli spunti di riflessione per il futuro. 

TORTONA-NAPOLI h.16:00 

Tortona ha bisogna di risollevarsi dopo le due sconfitte consecutive che dal primo l’hanno spedita al terzo posto della classifica.
Per riprendere la corsa dopo una brutta prestazione i piemontesi se la dovranno vedere sul campo di casa contro Napoli nonostante l’assenza di Tyler Cain.
La GeVi invece in questo avvio di stagione sta affrontando momenti di alti e momenti di bassi. Ha perso per infortunio Johnson, ma gli uomini di Buscaglia andranno a Casale Monferrato per provare a fare il colpaccio ed inserirsi con convinzione nella parte alta della classifica. 

TREVISO-MILANO h.17:00 

Sulla carte è una partita da Davide contro Golia. L’Olimpia al PalaVerde partirà nettamente favorita, forte anche delle motivazioni derivate dalle due sconfitte europee.
La squadra di Messina è fortemente condizionata dagli infortuni (ultimo quello di Kevin Pangos), ma la lunghezza del roster e l’aggiunta di Luwawu-Cabarrot e la crescita di Davide Alviti (ex di turno) rendono i meneghini la favorita assoluta.
Treviso proverà con tutte le proprie armi a contrastare la superiorità di Milano, anche con un PalaVerde tutto dalla propria parte. 

VIRTUS BOLOGNA-BRINDISI h.18:10 

Troveremo una Virtus rabbiosa? Sicuramente si, le due sconfitte in Europa renderanno la Segafredo veramente affamata di vittoria per il morale e per consolidare il primato da imbattuta in classifica.
I due k.o. in settimana sono differenti rispetto a quelli di Milano, sono arrivati al termine di prestazioni buone e confortanti, in particolare l’ultima contro l’Efes in casa.
Brindisi deve assolutamente riscattare la pessima sconfitta contro Pesaro in casa e dar seguito alla buona prova in FIBA Europe Cup. La squadra di Vitucci è chiamata ad un’impresa, ma abbiamo visto in questo avvio di campionato che tutto può succedere. 

PESARO-SASSARI h.18:30 

Pesaro vuole sognare e volare alto. Per farlo alla VitrifrigoArena dovrà vedersela contro una Sassari che sta guarendo le proprie ferite di inizio stagione.
La VL – ancora priva di Tambone e Delfino – è una delle vere rivelazioni di questa stagione. L’andamento è al di sopra delle aspettative e l’ultimo successo a Brindisi è stato roboante.
La squadra di Repesa se la dovrà vedere con quella di Bucchi che dopo qualche partita andata veramente storta, la scorsa settimana ha trovato la vittoria contro Scafati.
Pesaro sarà spinta dal pubblico di casa, Sassari dalla voglia di rilanciarsi definitivamente nella parte alta della classifica. 

SCAFATI-REGGIO EMILIA h.19:00 

Probabilmente una delle partite il cui esito condizionerà maggiormente la classifica. È quasi una partita da dentro fuori, per entrambe.
Da una parte c’è Scafati alla ricerca del secondo successo stagionale. Attilio Caja sicuramente non sarà stato contento del suo esordio a Sassari, ma è pronto a riscattarsi contro la squadra che ha allenato l’anno scorso. I campani sono alle strette, all’ultimo posto solitario in classifica.
Dall’altra parte troveranno una Reggio Emilia che è impelagata nei bassifondi della griglia. In dubbio fino all’ultimo ci sarà Michael Hopkins alle prese con una forma influenzale. 

VERONA-VARESE h.20:00 

Partita veramente interessante quella che si disputerà come ultima dell’ottava giornata. Si affrontano due squadre che sono reduci da due belle vittoria.
Da una parte Varese è la vera sorpresa del campionato, si trova al terzo posto e ha voglia di spiccare ancora di più il volo.
Dall’altra parte c’è invece Verona che è reduce dal successo di Reggio Emilia e una grande volontà di scappare da quelle zone pericolanti della classifica. 

Eugenio Petrillo