A cura dell’Associazione “il Fortitudino” è uscito in queste settimane il primo libro dedicato al “Barone” Gary Schull, il vero grande “mito” della Fortitudo. A oltre cinquant’anni dal suo arrivo a Bologna – dove giocò per cinque campionati dal 1968 al 1973 – il “Barone” resta tuttora l’eroe indiscusso  della Effe Scudata, nonostante la stragrande maggioranza dei tifosi di oggi non lo abbiano mai visto giocare. Come è possibile tutto questo?

Le oltre 200 pagine di questa pubblicazione de “il Fortitudino” mirano proprio a raccontare ai più giovani cosa ha significato Gary Schull nella Bologna di quegli anni. Non solo in campo, ma anche  per una città che cambiava volto e che nel clima della fine degli anni ’60 metteva in discussione gerarchie e tradizioni fin lì consolidate, anche sul piano sportivo.
Attraverso le testimonianze di compagni di squadra, giornalisti, avversari e semplici tifosi, è stato così possibile dipingere a tutto tondo un ritratto del “Barone”, la sua straordinaria personalità e la incredibile determinazione che metteva in ogni aspetto della sua esistenza.

A corredo di questa opera tantissime immagini, molte delle quali del tutto inedite e le statistiche complete di Gary Schull nel suo cammino in maglia Fortitudo.
Il libro sul “Barone” lo si può trovare presso il bar della S.G. Fortitudo (in via San Felice 103 a Bologna), in altri punti vendita cittadini e può essere anche inviato in tutta Italia scrivendo a info@ilfortitudino.it