Si complica la situazione in casa Stella Rossa, infatti il club serbo è stato multato dall’Euroleague Basketball Finance Panel (organo indipendente di ECA) per 25.000 euro ed uno stop ai tesseramenti fino al 28 febbrario per aver violato il Financial Stability e Fair Play Regulations (FSFPR). Le sanzioni comminate tengono conto della gravità delle infrazioni commesse, tra cui erano presenti debiti scaduti con giocatori della stagione in corso e quelle precedenti, ma anche fornitura di informazioni false o inesatte, garantendo al club un vantaggio competitivo nonostante avesse violato l’FSFPR. L’organismo ha tenuto anche conto della recidiva del club, sanzionato in altre due occasioni negli ultimi due anni. In caso di ulteriori violazioni le sanzioni potranno essere ancora più severe, come lo scontare delle vittorie dal record della squadra. Il team serbo potrà fare ricorso alla Corte di Arbitrato dello sport.

Dunque si evince che campazzo non potrà debuttare fino a marzo, con l’1 che sarà la scadenza per i nuovi tesseramenti nella competizione e dunque il giocatore ex Real Madrid sarà costretto a saltare altre nove gare.

 

Sulla questione è intervenuto anche il CEO di Euroleague Marshall Glickmann, che ha dichiarato:

“Dispiace perché vogliamo sempre i migliori giocatori in campo. È frustrante che gravi violazioni dei regolamenti sulla stabilità finanziaria e sul fair play da parte del club impediscano ai grandi giocatori di essere tesserati fino alla fine di febbraio. Noi dobbiamo garantire che tutte le squadre aderiscano alle stesse regole, e questo è il motivo per cui gli organismi di regolamentazione indipendenti hanno imposto tale sanzione. Siamo lieti che tutti i debiti scaduti siano stati saldati, ma è importante che Crvena Zvezda abbia un vero impegno verso il rispetto di tutti i regolamenti andando avanti, e credo che lo abbiano, secondo le nostre conversazioni con il club”.