Facundo Campazzo ha lasciato ufficialmente ieri i Dallas Maveriks, ed il suo futuro potrebbe essere lontano dall’NBA, ipotizzando un ritorno in Europa. Tante le squadre di Eurolega su di lui, partendo da il Real Madrid che spingerebbe per un suo ritorno in Spagna, su di lui anche Fenerbahce e l’Olimpia Milano (in cerca di un sostituto di Kevin Pangos), ma ci sarebbe anche la Virtus Bologna di Sergio Scariolo. Così scrive Domantas Urbonas di BasketNews:

“Secondo fonti di BasketNews, Campazzo in precedenza è stato cercato dalla squadra di Sergio Scariolo.
Sì, la Virtus ha Iffe Lundberg, Daniel Hackett, Milos Teodosic, Alessandro Pajola e Nico Mannion come playmaker.
Ma Hackett compie 35 anni a dicembre, e Teodosic ne compirà 36 a marzo. Sono entrambi in scadenza di contratto, proprio come un altro playmaker, Nico Mannion.
Nel frattempo, Campazzo, 31 anni, ha ancora alcuni anni di qualità da offrire per un progetto potenzialmente a lungo termine.
La Virtus non ha un posto garantito in EuroLeague il prossimo anno. Ma potrebbe sempre includere una clausola di uscita nel caso in cui le cose vadano male.
La Virtus ha bisogno di qualità per entrare subito nella Top 8. Questo è il modo più semplice per assicurarsi un posto nella stagione di EuroLeague del prossimo anno.
Secondo i regolamenti di EuroLeague, ECA concederà una licenza di un anno per partecipare all’EuroLeague al club qualificato come campione di EuroCup se si è classificato tra i primi otto.
Bologna ha shockato il mercato a marzo, firmando Daniel Hackett e Toko Shengelia per stagione di EuroCup.
Se si parla di grandi mosse, la Virtus non può essere esclusa”.