Le parole dei due coach, quello di Pesaro Luca Banchi e quello di Napoli Pino Sacripanti, prima del loro scontro in campionato:

LUCA BANCHI:

“È stata una settimana diversa dalle altre dato che abbiamo dovuto gestire l’infortunio di Tyrique Jones che ci ha creato preoccupazione e incertezza. Vedremo quanto tutto questo potrà condizionarlo o limitarlo, speriamo ovviamente non sia così. Valuteremo domani le sue condizioni ma contiamo che sia della partita, in ogni caso la decisione sarà presa all’ultimo momento. Abbiamo vissuto queste giornate con apprensione ma con l’attenzione rivolta a un match che prevede uno sforzo sotto il profilo tecnico, tattico e psicologico importante. Il nostro stato attuale ci porta a dover fornire una prestazione di alto livello. Sarà necessaria quella continuità che a volte abbiamo smarrito anche in occasione di prestazioni convincenti, a Bologna abbiamo spesso controllato il ritmo della partita ma non a sufficienza per giocarcela fino alla fine. Saranno necessarie continuità e consapevolezza, dobbiamo dimostrare di avere la forza per poter conquistare le vittorie a cui possiamo puntare. Ogni giorno è un’occasione per cercare di acquisire meccanismi e una sempre maggiore conoscenza reciproca, con l’obiettivo di innalzare il livello della squadra, dimostrando la sua consistenza a livello tecnico-tattico e anche emotivo”.

“Napoli ha affrontato e battuto Tortona domenica scorsa – ha proseguito Coach Banchi – la squadra di Coach Sacripanti è un bel mix di talento ed esperienza e ha investito molto sulla scia della promozione in Serie A. Può contare su giocatori molto validi e di comprovata esperienza come Mayo prima e Pargo ora, senza dimenticare Elegar e Rich a cui si va ad aggiungere un giocatore giovane e di grande talento come Velicka. Napoli ha vinto contro Treviso, a ulteriore dimostrazione della qualità tecnica del gruppo e del talento presente nel roster partenopeo. La Ge.Vi ha un coach di grande valore e che conosco dato che in passato ci siamo sfidati diverse volte. Io e Pino Sacripanti abbiamo una visione comune, veniamo entrambi da Settori Giovanili. Viviamo la nostra professione e il nostro club totalmente. Cerchiamo di impattare e influenzare l’ambiente in cui ci troviamo grazie alla nostra identità e personalità”.

“Sono arrivato sapendo quali difficoltà avremmo dovuto affrontare. La squadra combatte sempre, nell’arco di una gara a volte le cose possono anche non funzionare ma l’impegno finora non è mai mancato. Ci serve una scintilla che possa anche trascinare il pubblico, spero che l’amore dei tifosi della Vuelle per la loro squadra sia qualcosa di incondizionato. In piazze come Pesaro il club fa parte del tessuto connettivo della città, io vedo nella Vuelle i suoi tifosi e il connubio imprescindibile con la città. Adesso è solo il momento di combattere”

 

PINO SACRIPANTI:

“𝘈𝘧𝘧𝘳𝘰𝘯𝘵𝘪𝘢𝘮𝘰 𝘶𝘯𝘢 𝘴𝘲𝘶𝘢𝘥𝘳𝘢 𝘪𝘯 𝘯𝘦𝘵𝘵𝘢 𝘤𝘳𝘦𝘴𝘤𝘪𝘵𝘢, 𝘤𝘰𝘮𝘦 𝘥𝘪𝘮𝘰𝘴𝘵𝘳𝘢𝘵𝘰 𝘯𝘦𝘭𝘭𝘦 𝘶𝘭𝘵𝘪𝘮𝘦 𝘨𝘪𝘰𝘳𝘯𝘢𝘵𝘦. 𝘗𝘦𝘴𝘢𝘳𝘰, 𝘤𝘰𝘯 𝘪 𝘷𝘢𝘳𝘪 𝘤𝘢𝘮𝘣𝘪 𝘧𝘢𝘵𝘵𝘪, 𝘵𝘳𝘢 𝘤𝘶𝘪 𝘰𝘷𝘷𝘪𝘢𝘮𝘦𝘯𝘵𝘦 𝘪𝘭 𝘯𝘶𝘰𝘷𝘰 𝘢𝘭𝘭𝘦𝘯𝘢𝘵𝘰𝘳𝘦, 𝘴𝘵𝘢 𝘨𝘪𝘰𝘤𝘢𝘯𝘥𝘰 𝘶𝘯𝘢 𝘱𝘢𝘭𝘭𝘢𝘤𝘢𝘯𝘦𝘴𝘵𝘳𝘰 𝘮𝘰𝘭𝘵𝘰 𝘱𝘪𝘶̀ 𝘴𝘰𝘭𝘪𝘥𝘢. 𝘏𝘢𝘯𝘯𝘰 𝘧𝘢𝘵𝘵𝘰 𝘶𝘯’𝘰𝘵𝘵𝘪𝘮𝘢 𝘱𝘢𝘳𝘵𝘪𝘵𝘢 𝘢 𝘝𝘦𝘯𝘦𝘻𝘪𝘢, 𝘱𝘦𝘳𝘴𝘰 𝘴𝘰𝘭𝘰 𝘯𝘦𝘭 𝘧𝘪𝘯𝘢𝘭𝘦 𝘤𝘰𝘯 𝘛𝘳𝘦𝘯𝘵𝘰, 𝘥𝘪𝘴𝘱𝘶𝘵𝘢𝘵𝘰 𝘶𝘯𝘢 𝘣𝘶𝘰𝘯𝘢 𝘨𝘢𝘳𝘢 𝘪𝘯 𝘤𝘢𝘴𝘢 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘢 𝘝𝘪𝘳𝘵𝘶𝘴. 𝘚𝘰𝘯𝘰 𝘪𝘯 𝘯𝘦𝘵𝘵𝘢 𝘤𝘳𝘦𝘴𝘤𝘪𝘵𝘢, 𝘤𝘰𝘯𝘰𝘴𝘤𝘰 𝘊𝘰𝘢𝘤𝘩 𝘓𝘶𝘤𝘢 𝘉𝘢𝘯𝘤𝘩𝘪 𝘦 𝘴𝘰 𝘪𝘭 𝘷𝘢𝘭𝘰𝘳𝘦 𝘤𝘩𝘦 𝘱𝘶𝘰̀ 𝘢𝘨𝘨𝘪𝘶𝘯𝘨𝘦𝘳𝘦 𝘢𝘥 𝘶𝘯𝘢 𝘴𝘲𝘶𝘢𝘥𝘳𝘢. 𝘚𝘢𝘳𝘢̀ 𝘶𝘯𝘢 𝘱𝘢𝘳𝘵𝘪𝘵𝘢 𝘮𝘰𝘭𝘵𝘰 𝘢𝘱𝘦𝘳𝘵𝘢. 𝘚𝘪𝘢𝘮𝘰 𝘤𝘰𝘯𝘴𝘢𝘱𝘦𝘷𝘰𝘭𝘪 𝘥𝘦𝘭𝘭’𝘪𝘮𝘱𝘰𝘳𝘵𝘢𝘯𝘻𝘢 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘢 𝘨𝘢𝘳𝘢. 𝘕𝘰𝘪 𝘥𝘰𝘷𝘳𝘦𝘮𝘰 𝘤𝘦𝘳𝘤𝘢𝘳𝘦 𝘥𝘪 𝘨𝘪𝘰𝘤𝘢𝘳𝘦 𝘤𝘰𝘮𝘦 𝘯𝘦𝘭𝘭𝘦 𝘶𝘭𝘵𝘪𝘮𝘦 𝘴𝘧𝘪𝘥𝘦, 𝘮𝘪𝘨𝘭𝘪𝘰𝘳𝘢𝘯𝘥𝘰 𝘤𝘪𝘯𝘪𝘴𝘮𝘰 𝘦 𝘥𝘦𝘵𝘦𝘳𝘮𝘪𝘯𝘢𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘪𝘯 𝘥𝘦𝘵𝘦𝘳𝘮𝘪𝘯𝘢𝘵𝘪 𝘮𝘰𝘮𝘦𝘯𝘵𝘪. 𝘚𝘰𝘯 𝘥𝘶𝘦 𝘴𝘦𝘵𝘵𝘪𝘮𝘢𝘯𝘦 𝘤𝘩𝘦, 𝘢 𝘤𝘢𝘶𝘴𝘢 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘦 𝘷𝘢𝘳𝘪𝘦 𝘷𝘪𝘤𝘪𝘴𝘴𝘪𝘵𝘶𝘥𝘪𝘯𝘪, 𝘧𝘢𝘤𝘤𝘪𝘢𝘮𝘰 𝘧𝘢𝘵𝘪𝘤𝘢 𝘢 𝘧𝘢𝘳𝘦 𝘢𝘭𝘭𝘦𝘯𝘢𝘮𝘦𝘯𝘵𝘪 𝘤𝘰𝘮𝘱𝘭𝘦𝘵𝘪. 𝘕𝘰𝘯 𝘱𝘰𝘴𝘴𝘪𝘢𝘮𝘰 𝘥𝘪𝘳𝘦 𝘥𝘪 𝘦𝘴𝘴𝘦𝘳𝘦 𝘤𝘰𝘮𝘱𝘭𝘦𝘵𝘢𝘮𝘦𝘯𝘵𝘦 𝘱𝘳𝘰𝘯𝘵𝘪, 𝘥𝘰𝘷𝘳𝘦𝘮𝘰 𝘢𝘥𝘢𝘵𝘵𝘢𝘳𝘦 𝘨𝘪𝘰𝘤𝘢𝘵𝘰𝘳𝘪 𝘯𝘦𝘭 𝘴𝘦𝘵𝘵𝘰𝘳𝘦 𝘥𝘦𝘪 𝘭𝘶𝘯𝘨𝘩𝘪 .𝘚𝘱𝘦𝘳𝘪𝘢𝘮𝘰 𝘤𝘩𝘦 𝘤𝘰𝘯 𝘭’𝘢𝘳𝘳𝘪𝘷𝘰 𝘥𝘪 𝘗𝘢𝘳𝘨𝘰 𝘦𝘥 𝘪𝘭 𝘳𝘪𝘦𝘯𝘵𝘳𝘰 𝘥𝘪 𝘗𝘢𝘳𝘬𝘴, 𝘴𝘪 𝘱𝘰𝘴𝘴𝘢 𝘳𝘪𝘶𝘴𝘤𝘪𝘳𝘦 𝘢 𝘳𝘪𝘵𝘳𝘰𝘷𝘢𝘳𝘦 𝘶𝘯 𝘱𝘰’ 𝘥𝘪 𝘦𝘲𝘶𝘪𝘭𝘪𝘣𝘳𝘪𝘰”.