Le parole di Gigi Datome e Nicolò Melli in vista degli ottavi di finale in programma domenica alle 18 contro la Serbia:

“Comincia una nuova fase – ha detto il Capitano Gigi Datome – quella in cui non si può sbagliare. Avremmo voluto conseguire un piazzamento migliore a Milano ma ora è inutile guardare indietro. La Serbia è una squadra forte ma sono al mio sesto europeo e l’esperienza mi ha insegnato che nelle fasi ad eliminazione diretta ogni dettaglio conta e nessuno può permettersi di sottovalutare gli avversari. Abbiamo un giorno e mezzo per riposare e farci trovare pronti. Già ad Amburgo abbiamo saggiato le qualità dei serbi pur non sfigurando, anzi. Siamo qui e vogliamo provarle tutte per andare avanti”.

“Raggiungere le 100 presenze con la Nazionale – ha detto Nicolò Melli – è un traguardo che mi rende orgoglioso. Sono state 100 partite che mi hanno dato l’opportunità di crescere e ognuna ha avuto la sua importanza nel percorso. Arrivare a questo traguardo a Milano, dove ho anche esordito nel 2011, è stato speciale. Ora però guardiamo alla gara numero 101, che di sicuro sarà molto complessa sotto il punto di vista fisico e mentale. Conosciamo bene la Serbia per averla affrontata diverse volte negli ultimi anni. Hanno un roster profondo e con molta qualità in ogni zona del campo. Dovremo essere concentrati sulle nostre cose per 40 minuti e provare ad inceppare i loro meccanismi il più possibile. Ci portiamo dietro il calore di un Forum che in ogni occasione ci ha dato una spinta incredibile”.