A Matteo Valente sul Corriere del Veneto-Treviso, il lituano Paulius Sorokas si è aperto parlando della scelta estiva della Nutribullet Treviso: “Accettare la proposta che mi ha fatto Treviso è stato molto facile. Parliamo di una delle piazze storiche del basket italiano ed europeo, e poi c’è un’ottima tradizione lituana qui. Sono cresciuto quando c’era la Benetton e guardavo le partite con Treviso in cui giocavano Motijeunas e Siskauskas. Ricordo benissimo quegli anni e anche quelli della ripartenza”.

La sorella maggiore Indre Sorokaite ha anche giocato in passato all’Imoco Volley di Conegliano: “Me ne ha parlato bene e non avevo dubbi in merito. Io sono un lottatore, voglio cercare di dare sempre il massimo per la squadra e provare a regalare emozioni e soddisfazioni a noi e ai tifosi. E poi Indre mi ha parlato bene del Prosecco, ma devo ancora provarlo..”.

Quale sarà il ruolo di Sorokas in questa Nutribullet? “C’è un precampionato lungo, le gerarchie le valuteremo nel corso di queste settimane. Ho parlato chiaramente con Nicola e lui è stato sincero nel dirmi che ogni giocatore dovrà meritarsi i minuti che avrà. E a me questa è una cosa che stimola e cercherò di stare sul parquet il più a lungo possibile”.

Infine un’analisi generale sulla nuova Treviso: “Siamo una squadra veloce e affamata, tutto dovrà iniziare dalla difesa. E se riusciremo a lavorare bene lì, poi abbiamo le capacità per esaltarci in campo aperto, puntando sulla nostra velocità. E questa è la bellezza del gioco, anche se non sarà facile: dovremo lavorare sapendo che serviranno tempo e la lucidità di fare un passo alla volta”.

Fonte: legabasket.it