L’Allianz Pallacanestro Trieste chiude il proprio girone d’andata con una brutta sconfitta tra le mura amiche dell’Allianz Dome contro Reggio Emilia per 83-85.
Forse è un eccesso di confidenza che ha condannato i giuliani mentre sono stati bravissimi gli ospiti, trascinati da un incredibile Olisevicius, a non darsi mai per vinti. Dopo un primo tempo all’insegna dell’equilibrio infatti, gli uomini allenati da coach Caja, sono finiti sotto di ben 11 punti. Poi nella seconda metà dell’ultimo quarto, la Unahotels ne ha messi a segno 12 piazzando un parziale che ha portato i biancorossi in vantaggio con 5 minuti alla fine della gara.
È stata successivamente Trieste a compiere un harakiri che ha del clamoroso: ritornata in vantaggio di 5 punti, regala palloni importanti agli avversari i quali non devono far altro che affidarsi alle mani incandescenti di Olisevicius che firma così il proprio career high personale e porta la gara ai supplementari. L’ala lituana è il top scorer con 29 punti, seguito da Banks, Davis e Delia tutti con 14.
Da segnalare anche la doppia-doppia di un Hopkins anonimo per buona parte della gara ma che si è acceso nel finale rendendosi un elemento chiave all’interno della corsara vittoria degli emiliani.

La cronaca:

Primi minuti di gara nel segno della premiata ditta Cinciarini-Olisevicius mentre per i padroni di casa sono invece i lunghi Grazulis e Delia a dettar legge sotto canestro ed a permettere ai giuliani di riacciuffare gli ospiti nella seconda metà del primo quarto.

L’entrata in gioco di Diouf e Strautins riaccende gli emiliani che chiudono i primi dieci minuti in vantaggio di una lunghezza.

Nel secondo quarto partenza letargica dei padroni di casa con Reggio Emilia che ringrazia, lo score è di 17-22.

Tocca a Banks mettersi in proprio e, grazie alle sue invenzioni, Trieste si riporta in avanti.

Esclusa qualche bella fiammata di Crawford, la Unahotels appare in bambola mentre L’Allianz acquisisce sempre più fiducia ad ogni azione.

L’argentino Delia si conferma in gran serata: grazie alle sue finte e controfirme manda al bar Hopkins con una certa costanza con i padroni di casa che prendono il largo e chiudono il primo tempo sul 40-33.

Al rientro dagli spogliatoi le giocate individuali di Olisevicius riducono il gap tra le due squadre, tocca al primo canestro della serata di Fabio Mian interrompere il tentativo di rimonta reggiano.

Banks si rende protagonista in fase difensiva recuperando un gran numero di palloni e, così facendo, mantiene vivo il vantaggio triestino per buona parte del terzo quarto.

Ad apertura dell’ultimo quarto di gara Cavaliero è croce e delizia: la guardia triestina prima segna canestri importanti sia da 2 che da 3 ma poi commette due falli molto ingenui in sequenza che permettono ai giocatori reggiani d’andare a tirare dalla lunetta per ben cinque volte.

Dopo mezz’ora nel segno dell’anonimato, si vedono finalmente Hopkins e Thompson: i due americani mettono a segno i canestri necessari a Reggio per pareggiare i conti mentre è Olisevicius che dall’angolo infila la tripla del sorpasso, 59-60.

Vantaggio che dura poco poiché Davis e Campogrande mettono a segno un 4-0 micidiale nell’arco di pochi secondi.

Il rientrante Banks prova a chiudere la partita con le sue solite accelerazioni ma un Olisevicius in grande spolvero non ci sta e porta Reggio all’overtime.

Continua a macinare punti Olisevicius mentre Trieste pasticcia in entrambe la fasi di gioco andando sotto addirittura di 6 ad un minuto e mezzo dalla fine della gara.

L’ennesima tripla di Mian e due liberi di Davis portano i padroni di casa a meno uno con mezzo minuto da giocare.

Dopo un valzer di falli tattici e viaggi a canestro, Trieste gioca l’ultimo possesso della gara sotto di soli 2 punti ma Banks si intestardisce e fa cilecca al termine di un’azione personale che lo costringe a dover cercare un difficilissimo canestro.

Reggio può finalmente festeggiare una grandissima rimonta con la gara che si chiude sull’83-85 per gli ospiti.

QUI le statistiche complete del match

Giovanni Matthias Versa

Foto: CIAMILLO-CASTORIA