Le parole dei due coach, quello di Brescia Alessandro Magro e quello di Brindisi Frank Vitucci, dopo il loro scontro in campionato:

ALESSANDRO MAGRO:

“È stata una partita molto strana. È normale che sia stato così vista il momento che hanno vissuto le due squadre. Siamo stati bravi a non concedere tanti punti ad una squadra che ne segna tanto e poi un ottimo lavoro su Nick Perkins. Non abbiamo gestito molto i giocatori, ma volevamo vincere. Sono contento che abbiamo ritrovato la vittoria dopo un lungo stop e quindi oltre a ringraziare i giocatori anche tutto lo staff. Giovedì contro Pesaro sarà una gara importantissima, ma anche molto difficile visto il momento che sta attraversando Pesaro. Abbiamo fatto un buonissimo lavoro difensivo. Sono contento per il match di Amedeo e per quello di Kenny.  Ora spero che tanti hanno fatto il Covid-19 spero che tutto questo possa rientrare nelle prossime partite. L’importante è stato non essersi mai fermati. Luca Banchi? Mi ha insegnato tutto che c’è da sapere sulla pallacanestro ai tempi di Siena”.

FRANK VITUCCI:

Una partita molto difficile in cui abbiamo giocato bene i primi 15 minuti ma dove è venuta a galla la fatica e un livello di energia molto basso, non sufficiente a fronteggiare una squadra che mi è parsa molto più in salute dal punto di vista fisico e atletico. Le ultime tre settimane sono state a dir poco complicate, qualche giorno fa sembrava di essere ad agosto e non a gennaio. Non sono scuse ma semplici costatazioni dell’attuale momento. Adesso però siamo sani e dobbiamo cercare di recuperare in fretta ogni stilla di energia e attenzione. Il campionato va avanti e mercoledì avremo una partita molto importante in casa contro Napoli per terminare il nostro girone di andata. Al termine, tireremo una riga e capiremo che cosa fare“.