Aleksandar Aranitović ha fatto la sua scelta, ed ha firmato al Breogán poche ore dopo l’ufficializzazione di Vanja Marinković al Partizan. È così che si è conclusa la minisaga di mercato riguardante la guardia tiratrice oramai ex Cibona, con la compagine di coach Veljko Mršić a portare in Spagna un cecchino capace di implementare la produttività dei galiziani dal perimetro.

Come riportato da diverse fonti, il Partizan di Željko Obradović aveva seguito la situazione di Aranitović, sicuro della propria uscita dalla Cibona dove, nella stagione appena terminata, ha viaggiato su medie di 15,6 punti con un 37,2% dalla lunga distanza in Lega Adriatica.

Alla fine, il ventiseienne atleta di nazionalità serba, che al Partizan ha già giocato per due stagioni tra il 2017 ed il 2019, ha scelto la Spagna ed il progetto interessante di coach Mršić, confermato, a sua volta, sulla panchina del Breogán.

Un progetto ambizioso

Chiamata a fare meglio rispetto alla scorsa stagione, con la salvezza in Lega ACB raggiunta nelle ultime battute della stagione, la compagine di Lugo ha chiarito le proprie ambizioni con la firma del centro Dragan Apić, già visto a Budućnost, Crvena Zvezda, FMP, Burgos e Zielona Góra.

Tra le priorità di mercato del Breogán vi sarebbero anche una serie di rinnovi importanti, come quello di Toni Nakić, Stefan Momirov, Matas Jogėla e Sergi García.

Matteo Cazzulani

Nella foto: Aleksander Aranitović. Credits: ABA League