A quanto pare, l’Italia va molto di moda in Lituania, soprattutto in tema panchine. Alessandro Magro, ex allenatore di Brescia, ha firmato un 1+1 per i Wolves di Vilna (Vilnius), compagine dal budget considerevole impegnata, oltre che nel campionato locale, anche in EuroCup.

Come da noi verificato, cruciale, per la scelta di Magro, è stata la presenza ai vertici dei Wolves di Rimantas Kaukėnas, giocatore con il quale il tecnico toscano, da assistente allenatore, ha collaborato ai tempi della Mens Sana Siena, e con cui è rimasto in strettissimi rapporti.

I Wolves sono una delle tre principali forze del basket lituano dopo i campioni in carica del Rytas di Vilna di coach Giedrius Žibėnas, col quale la nuova squadra di coach Magro ha perso in semifinale nell’edizione 2023-2024 del campionato nazionale di Lituania.

Altra squadra di blasone in Lituania è lo Žalgiris Kaunas, guidato da due altri esponenti del basket italiano quali Andrea Trinchieri e Max Menetti, rispettivamente capoallenatore ed assistente dell’unica compagine lituana impegnata in Eurolega.

Lecito menzionare che, a seguito della sua separazione da Brescia, Magro era finito nel mirino del Baxi Manresa, alla ricerca di un sostituto per Pedro Martínez, passato al Valencia.

Meno insistente, invece, è stato l’interessamento dell’Anwil Ladislavia (Włocławek), che ha preferito puntare su altri nomi, finendo per firmare il turco Selçuk Ernak.

Matteo Cazzulani

Nella foto: Alessandro Magro