Quello contro la Carpegna Pesaro in programma sabato alle ore 20.30 nel quinto turno della Serie A UnipolSai 2022/23 è uno scontro che non può che rievocare dolci ricordi ad Amedeo Della Valle. Proprio contro la formazione marchigiana, infatti, il piemontese classe 1993 ha siglato a inizio 2019 con la maglia dell’Olimpia Milano il suo record di assist in una singola gara di campionato.

In quella circostanza, il match fu vinto dall’A|X Armani Exchange con il rotondo punteggio di 111-74 e l’allora numero 00 biancorosso servì 9 assistenze ai compagni. Dopo quel giorno, Della Valle, il cui sviluppo come giocatore ha subito una considerevole impennata, non si è più avvicinato a una simile cifra, fermandosi per due volte a quota 7 assist nel corso del campionato 2021/22.

Nel sistema della Germani Brescia, attualmente settima in classifica dopo quattro giornate con due vittorie e due sconfitte all’attivo, l’ex Buducnost e Gran Canaria ha più compiti realizzativi che di assistenza ai compagni (mansione questa ricoperta con efficacia da Troy Caupain) ma ciò non vuol dire che, leggendo le scelte delle difese avversari su di lui, egli non sappia passare il pallone e contribuire, con circolazione e opportune imbeccate, al flusso offensivo della sua squadra.

A dimostrazione di ciò vi sono i 3.5 assist di media (che salgono a 4.3 non considerando l’ultima giornata disputata) fatti registrare da Della Valle fino a questo momento, un numero molto simile a quello con cui ha chiuso la scorsa stagione (3.8) e che, oggi, lo posiziona al 21° posto della classifica degli assistmen della Serie A.

A prescindere dal contributo medio però, in virtù del talento e della sensibilità di cui dispone, Della Valle è certamente in grado, in una singola partita, di avvicinare e provare ad attaccare il proprio high, un obiettivo questo che il giocatore piemontese potrebbe inseguire stimolato proprio dai colori della squadra che affronterà sabato e dalla memoria che questa gli evocherà.

Non solo. Al suo fianco, come possibile bocca da fuoco da innescare, Della Valle potrà contare su Christian Burns, uno dei beneficiari delle sue assistenze in maglia milanese nel match del suo primato tre anni orsono e un altro che, contro Pesaro, in passato ha sfoderato prestazioni degne di nota. È infatti affrontando nel 2013 l’allora Scavolini che il lungo classe 1985 (k.o. in quell’occasione con la sua Sutor Montegranaro 94-108) ha prodotto i suoi best a livello di tiri da due punti segnati (11) e tentati (17), primati che l’hanno portato in quella circostanza a realizzare la sua terza miglior prestazione realizzativa di sempre in Serie A con 25 punti.

Della Valle dunque, più o meno coadiuvato da Burns, ritrovando da avversario Pesaro potrebbe trovar modo di ritoccare il proprio record di assist in una singola gara e, qualora riuscisse parallelamente a segnare una sufficiente dose di punti, far registrare anche la prima doppia doppia assoluta della carriera, un traguardo che l’ex Olimpia non ha ancora avuto l’opportunità di festeggiare.

Fonte: legabasket.it