Una Reyer in emergenza totale affronta Wolves Vilnius per tenere aperta la propria Eurocup dopo il successo di Prometey in casa dell’Hapoel. Gli oro-granata perdono 57-75.

CRONACA

Berucka e Heidegger aprono la partita, Casarin fa 1/2 in lunetta come Mekowulu, Simms ed Heidegger allungano, Berucka fa -2, Tex allunga ancora con Heidegger prima del -3 di Brooks. Tante iniziative individuali, con gli oro-granata che al 10′ sono in parità. Dopo 14′ è 20-19, Simms allunga, al 15′ è 23-19. Taylor porta avanti Wolves Vilnius di una lunghezza sul 25-26 al 17’30”. Tessitori fa -1, Heidegger impatta dopo la bimane di Brooks, al 19′ è 30-30. Dopo 20′ è 31-32 per gli ospiti. Casarin fa -4, Tessitori e Heidegger fanno +1. Heidegger altra tripla, Tessitori chiude il roll con Spissu, affonda il +4 e forza il time out ospite. Casarin fa +4, dormita di O’Connell che regala il 2+1 agli ospiti confezionato da Zemaitis per il -1. Thurman in lunetta fa 1/2 e parità. Spissu dall’arco fa il +3 della terza sirena. Kozys e Thurman fanno +2 ospite, con lo stesso Kozys che fa 2+1 per il +5 ospite. Simms subisce sfondamento, Tessitori fa -4, Thurman da 3 punisce. Tessitori non segna, Zukauskas punisce da oltre l’arco e fa +10 ospite con un terrificante 1-14 in 3’50”. La Reyer non segna più, Simms perde palla, 1 punto in 5’30”. Wolves a +14, Heidegger fa -12, persa Vilnius. Taylor regala 3 liberi a Heidegger che fa 1/3. Zemaitis chiude il conto, oro-granata senza fiato. Zukauskas e Mekowulu affondano il coltello nella piaga. Finisce 75-57 per Vilnius.

CHIAVI

Nel match del Taliercio il primo tempo è equilibratissimo, con la Reyer gravemente penalizzata dalle assenze e costretta a scendere in campo con quintetti davvero strani ed atipici. Gli oro-granata tirano con il 37% dal campo, mentre i lituani con il 32%, comandando però a rimbalzo 18-27, con ben 10 carambole offensive. La formazione di Pacevicius resta a contatto proprio grazie a quest’ultimo fattore, nonostante un pessimo 7% da lontano. Nel terzo quarto la Reyer difende meglio in area ma davanti non concretizza appieno gli sforzi difensivi, sbagliando qualcosa di troppo. Nell’ultimo quarto la squadra di Spahija si scioglie, deraglia brutalmente incassando un break di 7-28 che elimina Venezia dall’Eurocup.

TOP

Amedeo Tessitori, voto 7.5: Ultimo baluardo sotto le plance, è l’ultimo a mollare con i suoi 13 ed 8 rimbalzi. Ci prova pur sbagliando tanto in lunetta, ma non si arrende.

Treshawn Thurman, voto 8: sale di colpi nel secondo tempo e trascina i suoi al colpo che elimina la Reyer con i suoi 14 punti ed 8 rimbalzi.

FLOP

Alex O’Connell, voto 5: fuori partita totalmente, in difesa ed in attacco. Chiude con 0 punti e -3 di valutazione.

Arnas Berucka voto 5.5: tira molto male dal campo, lotta ma è uno dei meno brillanti dei suoi.

VOTI:

Reyer: Spissu 5.5; Tessitori 7.5; Heidegger 6.5; Casarin 5; De Nicolao n.e; O’Connell 5; Janelidze ng; Brooks 5; Simms 5.5; Wiltjer 5.5.

Wolves: Sulaimon n.e; Mekowulu 7; Brooks 6.5; Zukauskas 6.5; Miniotas 6; Zemaitis 6.5; Thurman 8; Kozys 6; Berucka 5.5; Taylor 6.

QUI le statistiche

QUI la classifica

Foto Ciamillo-Castoria (in foto Spissu)

Daniele Morbio