Le parole del coach dell’Olimpia Milano Ettore Messina dopo il ko in Eurolega contro l’Asvel Villeurbane:

“Complimenti all’Asvel, ancora una volta abbiamo costruito un vantaggio e poi non lo abbiamo mantenuto, abbiamo tirato male ed avuto palle perse come avviene spesso nella nostra stagione in Eurolega ed abbiamo fatto 2/8 ai tiri liberi nell’ultimo quarto e questo fa parte del gioco, non si può accusare nessuno di sbagliare i tiri liberi, ma hanno pesato e questa è la storia della nostra stagione in Eurolega. Anche stasera in gran parte della partita abbiamo fatto buone cose, infatti abbiamo una valutazione più alta della loro. Sinceramente ognuno di noi può fare le proprie analisi, è difficile comprendere perchè in certi momenti della partita giochiamo con una certa tranquillità e poi ci perdiamo in un bicchier d’acqua. Posso dare una motivazione tecnica, questo succede in Italia forse perchè in Italia non troviamo difese così fisiche ed aggressive come in Eurolega, che dispongono che non passiamo benissimo la palla ed è un tema importante e peggiorando la qualità dei passaggi il gioco offensivo si complica. In Italia imponiamo noi aggressività ed atletismo e così le cose vengono meglio. Questa è l’unica analisi che mi sento di dare. Giochiamo in Eurolega dobbiamo essere più forti. Purtroppo questi alti e bassi tra campionato ed Eurolega non sono facili da gestire. Abbiamo bisogno che non si perdano d’animo e che continuino a lavorare con impegno. È molto difficile pensare adesso di ribaltare questa situazione, bisogna essere onesti e dirlo. Dopo l’antisportivo di Hines la partita è girata, è stato un momento che ha girato abbastanza”