La Virtus Bologna non ce l’ha fatta, è capitolata alla Buesa Arena contro il Baskonia per 90-79.
È stata una partita nata e giocata tra mille difficoltà, defezioni e contro una delle squadre più in forma del momento.
Ai ragazzi di Pennaroya sembra riuscire proprio tutto e questa sera hanno sfoggiato tutto il proprio benessere fisico e tecnico.
La Virtus Bologna è stata in partita per il solo primo quarto chiuso con tre lunghezze di scarto (17-14), poi però già nei secondi dieci minuti i baschi hanno cominciato ad alzare le percentuali al tiro mettendo così la partita sui binari giusti.
La Segafredo ha visto i propri avversari scappare anche sul +20 (63-43), ma – a differenza di altre gare – non hanno mollato la presa accorciando fino addirittura a sperare in un’incredibile rimonta nell’ultimo periodo. E lo ha fatto con le seconde linee in campo, quelli che hanno meno minuti in Eurolega: Mannion, Belinelli e Weems.
È mancata energia fisica e – come nasconderlo – uomini. Le assenze di Isaia Cordinier, Semi Ojeleye e Jordan Mickey sono pesantissime. Se in campionato sono “mascherabili”, in Eurolega no e oggi si è visto tutto il peso di questi giocatori.
Per la Virtus ci sono 15 punti di Tornike Shengelia, 15 di Marco Belinelli e 11 di Nico Mannion.
Per il Baskonia invece arrivano 22 da Vanja Marinkovic, 12 da Tadas Sedekerskis, 12 da Maik Kotsar e 10 da Steven Enoch.   

La cronaca 

L’avvio di partita è caratterizzato da errori e palle perse, ma la Virtus con la tripla di Teodosic dall’angolo va sull’8-4 dopo 4’.
La contro risposta del Baskonia non si fa attendere. Gli uomini di Pennaroya con una bella manovra di squadra vanno in vantaggio sul 13-10. Il primo quarto finisce 17-14 per i padroni di casa.
L’inizio del secondo quarto è tutto a favore dei baschi. Howard e Enoch si mettono in proprio: la Virtus insegue 30-21.
La Segafredo non trova più la via del canestro. I padroni di casa ne approfittano e con la tripla di Marinkovic vola sul 36-21.
All’intervallo si va sul 45-31.
Alla ripresa dei giochi la situazione Virtus non migliora. I baschi provano ad allungare definitivamente, ma Shengelia si mette in proprio e riporta le V Nere sotto di 13 lunghezze: 56-43.
Ma poi da quel 43 la Virtus fa fatica a schiodarsi. Il Baskonia fa un parziale di 7-0 e trova il +20 sul 63-43.
La Segafredo ha un sussulto sul finire di periodo e dopo 3 quarti insegue 63-51.
Il buon momento della Virtus si prolunga anche nella prima metà del quarto periodo. Con Mannion e Belinelli i felsinei accorciano addirittura al 78-72.
Dopo il timeout di Pennaroya però i baschi rimettono le cose al proprio posto e vincono 90-79.  

QUI le statistiche complete del match 

Eugenio Petrillo 

Nell’immagine Markus Howard, foto EuroLeague