Partita di rara bellezza questa sera al Salle Gaston Medecin di Monaco dove dopo una battaglia lunga quaranta minuti, a spuntarla è il Real Madrid di Mario Hezonja, oggi in versione Alphonso Fordiana, ai danni di una comunque combattiva squadra monegasca che paga nel finale un tanto clamoroso quanto inaspettato errore di Mike James.

Festeggia dunque Chus Mateo, che dopo la beffa nella partita di andata, questa volta torna a casa coi 2 punti e la consapevolezza che la corsa per il primo posto sia apertissima. Partita dominata dal sopracitato Mario Hezonja che con 30 punti (20 nel primo tempo) ritocca il suo season high precedentemente fermo ai 18 punti contro la Virtus Bologna. Molto bene anche Llull, Deck, Musa e, nel finale, Adam Hanga. Giornata invece storta per i 2 piloni Tavares e Poirier che causa falli fanno più il tifo in panchina che la differenza in campo.

Mani nei “capelli” invece per Sasa Obradovic che chissà quante volte nella sua vita ha visto Mike James rinunciare ad un tiro simile. Infatti, sul -3, il folletto americano, con 3 metri di spazio e piedi per terra oltre la linea dei 3 punti, invece di tirare, ha scaricato un improbabile pallone per Blossomgame, finito poi in tribuna, che di fatto ha chiuso la partita li, a 20 secondi dalla fine. Testa comunque altissima per la compagine francese che nonostante la sconfitta, continua a stupire in questa stagione e lanciare segnali alle big europee per una papabile candidatura alle Final 4. Ottime le partite de Diallo e Okobo, oltre Mike James al netto dell’errore finale.

PAGELLE AS MONACO:

BROWN III VOTO 6: 7 punti

OKOBO VOTO 7: 16 punti

MONEKE VOTO 5,5: 4 punti

LOYD VOTO 5,5: 4 punti

BLOSSOMGAME VOTO 6: 6 punti

DIALLO VOTO 7: 15 punti

MOTIEJUNAS VOTO 6: 7 punti

OUATTARA VOTO 5,5: 3 punti

HALL VOTO 6: 6 punti

JAMES VOTO 6,5: 23 punti

ALL. OBRADOVIC VOTO 6,5

PAGELLE REAL MADRID:

WILLIAMS-GOSS VOTO 4: 3 punti

CAUSER SV

HANGA 6,5: 7 punti

HEZONJA VOTO 8,5: 30pt, 6reb, 6ast

RODRIGUEZ SV

DECK VOTO 7,5: 13 punti e 9 rimbalzi

POIRIER VOTO 4: 2 punti

CORNELIE VOTO 5: 2 punti

TAVARES VOTO 4,5: 3 punti

LLULL VOTO 7: 10 punti

YABUSELE VOTO 6,5: 9 punti

MUSA VOTO 7: 14 punti

ALL. MATEO VOTO 7

La cronaca della partita:

Inizio di studio da entrambe le parti, si viaggia al ritmo del Monaco che però con poca lucidità offensiva non trova quasi mai la via del canestro, Madrid accetta la velocità francese, difende, ma anche lei tira con percentuali bassine e 10-9 casalingo a metà primo quarto. Gli ospiti giocano meglio, muovono la palla e trovano tiri vicino a canestro, dall’altra parte però la squadra di Obradovic resta a contatto trovando falli e mettendo punti dalla linea della carità. I liberi del Chacho mandano in archivio il primo quarto sul 20-24 Blancos.

L’inizio di secondo quarto è stupendo, con Okobo a inventare basket per lui e compagni mentre dall’altra parte Yabusele a schiacciare tutto quello che gli passa per le mani e 29-30 ospite dopo 4 minuti. Hezonja è incontenibile e vero rebus per la difesa francese, 15 punti per lui nel quarto e spagnoli che provano ad allungare prima dell’intervallo, Okobo risponde immediatamente per il 30-30. Partita ora bellissima per intensità, finisce il secondo periodo 46-50 madrileno. 14 Okobo, 11 James, 20 Hezonja.

Williams-Goss è protagonista negativo di inizio terzo quarto, sue le 3 palle perse consecutive che permettono a Monaco di rimettere la testa avanti. Il tecnico di Poirier è lo specchio di un inizio disastroso della squadra spagnola che segna 1 punto in 5 minuti, 12-1 infatti il parziale monegasco per il 58-51 di metà periodo. Sbloccatosi in attacco, il Real ricomincia a macinare pallacanestro, soprattutto grazie alle triple di Llull, Deck e Musa e terzo quarto che va in archivio sul 71-70 Monaco con i 2 liberi allo scadere di Moneke. Mike James adesso è un fattore con 21 punti.

È tutto apparecchiato per quello che si prospetta un ultimo periodo da fuochi d’artificio ed inizio che infatti non tradisce le aspettative, i liberi di Deck segnano il sedicesimo cambio vantaggio tra le 2 squadre, James realizza il diciassettesimo e Hanga il diciottesimo, insomma si entra negli ultimi 5 minuti sull’80-80, partita spettacolare adesso. Nell’ultimo ottavo di partita succede di tutto, Chus Mateo prende un tecnico su una probabile infrazione di 8 secondi monegasca, James sbaglia libero e conclusione successiva, dall’altra parte la clamorosa tripla di Hezonja porta sul più 5 Madrid a 2 dalla fine, Okobo fa -3 e Hanga +4 con 1/2 dalla lunetta, James sbaglia ma Blossomgame recupera un sanguinoso rimbalzo dalle mani di Hezonja e fa 1/2 dalla lunetta per l’88-91 ospite a 40 secondi dalla fine. Il challenge di Obradovic paga e l’iniziale rimessa madrilena viene tramutata in palla Monaco, James fa una follia rifiutando un tiro con 3 metri di spazio e spara la palla in tribuna che condanna Monaco, Llull infatti fa +4 dalla lunetta, Hall -2, Tavares fa +3 dalla lunetta, Hall sbaglia il primo che voleva segnare e segna il secondo che voleva sbagliare, Hezonja fa +4 dalla lunetta e game set and match. Vince il Real Madrid 91-95, 30 per Mario Hezonja.

QUI le statistiche del match

 

Matteo Cuppi