NAPOLI – Head Quarter Gevi. “Adda passa a nuttata”. È una famosissima frase contenuta nella commedia Napoli Milionaria! Con tale espressione, nella lingua sotto l’ombra del Vesuvio, si intende che si sta attraversando un periodo difficile, ma si è sicuri che se ne può uscire fuori: si deve avere solo pazienza, coraggio e forza per reagire. Doti che in quel di Napoli certo non mancano.

Dopo la disfatta nel derby contro i cugini gialloblù scafatesi, il club azzurro ha diramato addirittura una nota per la clamorosa debacle: “La società chiede scusa ai tifosi per la pessima prestazione offerta dalla squadra. Nelle prossime ore saranno valutati gli opportuni provvedimenti del caso”.

Detto fatto.

A distanza di poche ore, sono state prese decisioni forti.

Il coach Maurizio Buscaglia è stato sollevato dall’incarico di capo allenatore, ed è stato rimpiazzato dal suo Vice, l’esperto Cesare Pancotto.

Queste le sue prime parole: “Voglio innanzitutto ringraziare coach Maurizio Buscaglia per tutto quello che mi ha dato in questa esperienza, e con il quale ho condiviso il grande lavoro fatto sino ad ora. Adesso non è il tempo di parlare, ma di fare. Dobbiamo tornare a dare valore ai valori, per la società, per la città e per i tifosi.

Appunto, questo è il tempo di fare, e quando si cerca concretezza e fatti, il patron Grassi risponde sempre presente.

Dopo il cambio della guida tecnica, altra decisione forte, rescissione consensuale con la point guard Robert Johnson mai ambientato al 100% al PalaBarbuto causa numerosi infortuni ma che va via con l’amaro in bocca, rispondendo sui social con il seguente messaggio: “didn’t want to uproot my family at this point in the season but i respect the decision of the team. no love lost” sottolineando il dispiacere di dover andare via in questo momento della stagione ma che accetta la decisione del team e del club.

Al suo posto, tesserato in tempi record, l’attuale capocannoniere della Eurocup, Joseph Michael Young.

Il classe 92, nativo di Houston, è una guardia di 188 cm per 84 kg.

Ha iniziato la stagione in Grecia, con il Promitheas di Patrasso. Nel campionato ellenico Young ha segnato 16 punti per partita, con 2.2 rimbalzi e 2.2 assist. In Eurocup, seconda competizione europea, la guardia americana è capocannoniere della manifestazione 23.4 punti per gara e 3.9 assist.

Ci saranno sicuramente altre azioni correttive che impatteranno sul roster in quanto, Stewart sarebbe il prossimo indiziato a lasciare Napoli.

Per ora, la Gevi Napoli, con queste due manovre di mercato, ha senza dubbio dimostrato di voler e poter cambiare le sorti del proprio campionato e ritornare ad essere, come il suo sponsor, una GENERAZIONE VINCENTE.

Edoardo Cafasso