Una Reyer in netta crescita è quella che si appresta a viaggiare verso Bologna per il big match dell’ultimo turno di andata di LBA, rinfrancata sicuramente nel morale dal doppio netto successo interno in Italia ed Europa contro Verona e Ratiopharm Ulm: il +23 contro gli scaligeri ed il +20 contro i tedeschi sono il massimo scarto che gli oro-granata hanno inflitto in questa stagione agli avversari. Adesso – però – arriva una sfida ben più impegnativa contro una Virtus Bologna ferita nell’orgoglio ed arrabbiata da due ko filati in Italia ed Eurolega: il doppio impegno settimanale degli uomini di Scariolo potrebbe condizionare almeno in parte l’energia e l’aggressività che mette in campo la squadra bianco-nera, certamente più stanca dei ragazzi di De Raffaele. Dal canto suo – però – la squadra lagunare andrà a Bologna con il chiaro intento di provare a portare via i due punti ed un’idea ancor più chiara di continuare il percorso di crescita indipendentemente da quello che sarà il risultato finale della Segafredo Arena. Certamente le tossine europee potrebbero fare la differenza, ma questo tra Virtus e Venezia resta un grande scontro.

REYER, COSA VA E COSA NON VA

Nell’ultima settimana della Reyer sono maggiori le cose positive rispetto a quelle negative: il rientro di capitan Bramos ha dato maggior solidità ad una difesa messa sotto accusa dopo il derby con Treviso, sempre al netto di un’energia in campo totalmente diversa. Contro Verona è arrivata una vittoria certamente pesante come scarto, ma va detto che la squadra scaligera è rimasta in partita per circa 30′ prima di cedere definitivamente il passo e perdere di 23. Nella sfida di domenica di positivo c’è sicuramente l’impatto fisico ed un’aggressività diversi rispetto al derby di Treviso, oltre alle conferme dell’ottimo momento di forma di due giocatori come Parks e Tessitori. Watt e Willis hanno ridato energia ad un reparto lunghi privo di Brooks, andando a giocare due ottime partite, mentre negli esterni si è visto un segnale di crescita di un Freeman che era parso in grossa difficoltà ultimamente. Difesa ed energia le due cose da cui Venezia è ripartita, con un attacco che ha funzionato bene per buoni tratti di partita. Contro Ulm è arrivato un successo ancor più convincente, con la solita chiara matrice difensiva ed un attacco che ha punito con continuità la difesa tedesca segnando ben 89 punti: se i segnali positivi di Parks e Tessitori continuano ad essere più che positivi, quelli di Watt e Willis sono una certificazione di ripresa per entrambi, ben coadiuvati da Bramos e Freeman, capaci di dare energia e soprattutto punti importanti con una condizione psicofisica crescente. Spissu e Granger si sono limitati a mettere in ritmo i compagni servendo 13 assist in due nella sfida di Eurocup, altro segnale positivo in ottica futura.

DUELLI CHIAVE, INFERMERIA E TV

Non si sa ancora con che roster andrà a referto la Virtus Bologna nel match di domenica, l’unica certezza è che per gli oro-granata sarà fondamentale l’impatto difensivo contro gli esterni ed i lunghi bianco-neri, che hanno decisamente taglia da Eurolega: Weems, Cordinier, Ojeleye, Mickey, Bako e Shengelia su tutti, senza ovviamente dimenticarsi quel Jaiteh che malissimo ha fatto alla Reyer lo scorso anno in Eurocup. Sarà una partita di grande impatto per tutti i giocatori lagunari, che dovranno mettere bene il corpo in ogni singolo duello difensivo ed offensivo con tutta l’energia possibile per contrastare i kg e cm che parlano a favore della Virtus. Poi ovviamente ci sono degli esterni con del talento infinito che andranno a darsi battaglia: Spissu, Granger e Freeman per la Reyer, Lundberg, Teodosic e Belinelli per le VNere. Ci sono tutti gli ingredienti per una partita spettacolare, che vale tanto, tantissimo soprattutto in casa Reyer, quantomeno a livello di convinzione ed autostima. La sfida tra la squadra di Scariolo e quella di De Raffaele si giocherà alla Segafredo Arena con palla a due alle 17.30 ed una diretta televisiva su DMAX, con streaming su Eleven Sports. Per quanto riguarda gli acciaccati, Brooks sta recuperando dal problema muscolare e non dovrebbe farcela a recuperare, Moraschini è quantomeno in dubbio dopo aver saltato Verona ed Ulm.

Daniele Morbio

Foto Ciamillo-Castoria (Mitchell Watt)