Treviso dopo la strepitosa prestazione in quel di Tortona, che le ha permesso di trovare due punti fondamentali in chiave salvezza, è attesa da un’altro difficile ostacolo ovvero la Reyer Venezia di coach Walter De Raffaele. La squadra di coach Marcelo Nicola sembrerebbe aver passato il suo momento difficile di quest’annata, che l’aveva portata a subire quattro ko consecutivi e sei in sette sfide, infilando una striscia di due vittorie consecutive contro due squadre di caratura superiore l’Happy Casa di coach Frank Vitucci ed appunto il team di coach Ramondino. In particolare il vero carattere e cuore della squadra è uscito nell’ultima sfida, quando in emergenza (senza Sorokas, Sokolowski e Simioni) aveva superato una che è ormai una delle certezze del nostro campionato, la Bertram Tortona. Una rinascita quella del club trevigiano, nata dall’inversione di rotta del suo leader Adrian Banks, che dopo aver deluso nella prima parte di stagione, si sta letteralmente prendendo la squadra sulle spalle e la sta trascinando nella sua risalita in classifica. Fattore dovuto anche alla crescita di Ike Iroegbu, uno dei migliori della scorsa sfida con una doppia-doppia da 31 punti e 10 rimbalzi e che con il passare delle giornate sta sempre salendo in cattedra maggiormente e si sta rivelando uno degli elementi essenziali dello scacchiere di coach Marcelo Nicola. Uno degli elementi più incostanti della squadra trevigiana è invece il centro Derek Cooke Jr, che fatica a mostrare continuità in stagione, infati dopo la doppia-doppia da 14 punti ed 11 rimbalzi contro Brindisi, sono arrivati appena 4 punti contro Tortona. Contro la Reyer servirà un’altra gara perfetta dove gli errori dovranno esser limitati al minimo, dove la difesa dovrà essere quella solida delle ultime due giornate e non quella dei primi turni del campionato ed anche l’attacco dovrà trovare un modo per esser sempre efficace, con l’apporto di tutti che sarà necessario, con ogni giocatore che scenderà in campo che trovare il modo di portare qualcosa di positivo ed avere un impatto importante sulla sfida. Altro fattore sarà limitare le principali bocche da fuoco della Reyer, Granger e Freeman dietro il perimetro e la difesa del pitturato contro un lungo esperto come Mitchell Watt, capace sempre di trovare un modo per ferire le difese avversarie. Ancora una volta coach Marcelo Nicola dovrà fare a meno di Sokolowski e Simioni e dunque servirà una partita perfetta a maggior ragione. Dunque non ci resta che attendere una sfida, che andrà in scena lunedì 2 gennaio alle 19 su Eleven Sport.

 

Nell’immagine Ike Iroegbu, foto Ciamillo-Castoria

Valerio Laurenti