L’Olimpia è ripartita, a testimoniarlo le due belle vittorie europee e una ritrovata solidità mentale, come testimoniato dalla rimonta recente contro il Monaco.
Oggi appuntamento con la LBA per derubricare il risultato di Trento a mero incidente di percorso e presentarsi al meglio alla super sfida della “Segafredo Arena” del prossimo 2 gennaio con la Virtus, per mandare un primo segnale al campionato.
Datome ha imboccato la via del rientro e Baron sta attraversando un ottimo momento di forma, è lui, almeno per ora il leader offensivo di Milano.
Oggi al Forum va in scena una partita dal sapore tradizionale, contro la Openjobmetis Varese, squadra che tante volte ha incrociato il proprio destino con quello meneghino.
Gli ospiti, guidati a livello manageriale dall’ex Olimpia Luis Scola, rappresentano un virtuoso unicum nella panorama della palla a spicchi italiana.
Il modello gestionale dell’ex campione argentino è chiaramente ispirato a quello NBA e ha una forte attrattiva all’estero.
Quanto detto trova riscontro nei dati, ben nove sono gli allenatori che si sono resi disponibili a sedersi sulla panchina varesotta in estate, prima che la scelta cadesse su Matt Brase.
Tanti i cambiamenti apportati, da un deciso incremento delle comunicazioni interne, fino all’uso della musica per distendere il clima nell’ambiente, passando per una analisi accurata dei dati.
Se la grande divisione dei compiti è la base del lavoro della Openjobmetis, a Milano c’è un modello di gestione diverso.
Quantomeno sul piano tecnico Milano ha infatti in Messina, anch’egli forte di esperienze a stelle striscie insieme a Popovich e Brown agli Spurs e ai Lakers, il punto di riferimento centrale.
Insomma sarà una bella sfida, sotto tanti punti di vista, che vedrà sul campo un’Olimpia favorita anche per questioni di taglia fisica sugli avversari, privi di Reyes.
Non resta che darvi appuntamento con la palla a due alle 18:30 al Forum.