Continua l’imbattibilità di Milano in campionato al Forum, annichilita la Bertram Tortona sul punteggio di 79-63. La squadra di Ettore Messina, che ha ritrovato Datome dopo la lunga assenza, entrerà come testa di serie numero 1 nel tabellone delle Final Eight di Coppa Italia che si terranno a Torino. La squadra meneghina mette in scena una vera e propria prova di forza e non lasciando mai a Tortona nessuna possibilità di portare l’inerzia della gara dalla sua parte. L’Olimpia porta a casa la sfida grazie ad una difesa perfetta, che limitato alla perfezione i migliori realizzatori della Bertram (appena 9 punti JP Macura, molti a gara conclusa e solamente 4 punti Mike Daum) e concedendo appena 29 punti nella prima metà di gara e solamente nella ripresa. Anche l’attacco oggi è stato scintillante con ognuno che ha saputo apportare il suo contributo alla causa, mostrando tutta la forza del suo arsenale offensivo e finendo con mettere ko una delle migliori forze del nostro campionato come Tortona. Nella gara si è finalmente rivista la solidità difensiva che aveva caratterizzato la scorsa stagione dell’Olimpia e che quest’anno si era vista solamente a tratti. Dunque questa sfida mostra quale sarà la linea che l’Olimpia dovrà seguire per cercare di riadrizzare la stagione europea e per continuare a comandare in campionato. Nelle fila di Milano arrivano 16 punti di Nicolò Melli, 11 punti di Billy Baron ed 11 di Naz Mitrou-Long. Tortona, che arrivava dopo il sorprendente sulla Virtus Bologna, resiste per due quarti, arrivando all’intervallo sul -10 (39-29), ma nel secondo tempo è costretta ad alzare bandiera bianca non riuscendo più ad opporre un’adeguata resistenza ad una corazzata come l’Olimpia Milano. Tortona dunque entrerà come testa di serie numero 3 nelle Final Eight di Coppa Italia, dietro a Olimpia Milano e Virtus Bologna. Una prova che non macchia l’ottima stagione della squadra piemontese, ma che mostra su cosa bisognerà migliorare ancora per avvicinarsi al livello delle prime squadre del campionato. Nelle fila della squadra di Ramondino arrivano 12 punti di Luca Severini e 10 di Leon Radosevic.

LA CRONACA

Nel primo quarto a partire meglio sono gli attacchi, con le difese che faticano a contenere le offensive avversarie, così dopo tre minuti Milano è avanti 8-6. Milano alza l’intensità difensiva e guidata da Melli allunga sull’8-16 a tre minuti dal termine del periodo. L’Olimpia rimane in controllo della sfida e chiude la prima frazione in vantaggio 22-12. Nel secondo quarto la squadra di Ettore Messina rimane in controllo e dopo tre minuti è avanti 26-16. Arriva la reazione di Tortona che guidata dal duo Radosevic-Macura riduce il gap e si porta sul -5 (31-26) a tre minuti dall’intervallo. Milano rimane in controllo ed arriva all’intervallo in vantaggio 39-29. Nel terzo quarto l’Olimpia continua a dominare la sfida e dopo tre minuti è avanti 46-34. Il team di Ettore Messina alza ancora l’intensità difensiva ed allunga ancora portandosi sul +20 (63-43) a tre minuti dal termine del periodo. L’andamento della sfida non cambia e Milano chiude la terza frazione in vantaggio 71-48. L’ultimo quarto è puro garbage time, Milano vince 79-63.

QUI le statistiche del match

 

 

Nell’immagine Nicolò Melli, foto Ciamillo-Castoria

Valerio Laurenti