È una Tortona in grande spolvero, la miglior versione della Bertram possibile: Virtus Bologna battuta 89-81.
Al PalaFerraris i piemontesi hanno fatto valere tutta la propria freschezza e voglia di vincere una partita importante contro una Segafredo stanca, senza energie e motivazioni. La Virtus infatti non più di 48 ore fa festeggiava l’impresa al PalauBlaugrana di Barcellona dove per altro ha perso per infortunio quel Nico Mannion che in campionato viene maggiormente sfruttato.
Tortona sin da subito ha provato a fare la propria partita, fatta di attacchi in transizione e movimenti di palla veramente ben fatti. La Virtus – salvo qualche sporadico momento nel secondo tempo – non è mai riuscita ad imporsi e – probabilmente – non hai nemmeno dato il tutto per tutto per farlo. Ma i tanti impegni hanno di fatto obbligato la Virtus (con Cordinier e Mannion infortunati, mentre Ojeleye e Teodosic lasciati fuori dalle rotazioni per dargli un turno di riposo) a “battezzare” questo tipo di partita. È una sconfitta che però vede praticamente impossibile il raggiungimento del secondo posto al termine del girone d’andata e vede proprio Tortona avvicinarsi.
Tortona ha giocato una partita praticamente perfetta, ad altissima percentuale al tiro dimostrandosi ancora una volta una solidissima realtà del nostro basket.
Per la Bertram ci sono 22 punti di JP Macura, 13 di Semaj Christon e 10 di Mike Daum.
Per la Virtus invece arrivano 22 da Marco Belinelli, 17 da Iffe Lundberg e 10 da Alessandro Pajola. 

La cronaca 

L’inizio di Tortona è eccellente. Gli uomini di Ramondino con Christon si mettono in moto per il 9-2 dopo 2.30 di gioco. La Bertram attacca molto bene in transizione e muove bene la palla quando la difesa della Segafredo si schiera: Macura con un gioco da 4 punti piazza il 23-14. Il canestro sulla sirena di Mickey sancisce la fine del primo quarto: 29-22 in favore dei padroni di casa.
Il secondo quarto riparte sulla falsa riga del primo. Alla Virtus mancano le gambe, Tortona ne approfitta e Harper in contropiede segna il +12 (41-29).
All’intervallo si va sul 48-33 con il 2+1 di Harper allo scadere.
Tortona ricomincia molto bene il terzo quarto. Christon e Macura colpiscono con regolarità la retina della Virtus per addirittura il +17. Poi le V Nere si sbloccano da tre e piazzano un parziale di 8-0 (66-57). Dopo 30’ la Bertram conduce 68-59.
Tortona dopo aver visto la Virtus in un tentativo di rimonta, riprende ritmo e margine. Filloy con una tripla impossibile ed il piazzato di Radosevic rimettono le cose sui binari piemontesi: 74-59 a 7’ dalla fine.
La Bertram scappa definitivamente e vince 89-81.

QUI le statistiche complete del match 

Eugenio Petrillo 

Nell’immagine JP Macura e Kyle Weems, foto Ciamillo-Castoria