In una partita al cardiopalma e terminata dopo un tempo supplementare a trionfare è la Germani Basket Brescia. Gli uomini di coach Magro si impongono in quel di Sassari col punteggio di 92-94 tenendo vivissime le ambizioni play off di Coppa Italia. Al PalaSerradimigni va in scena una battaglia epica tra due formazioni che per larghi tratti della contesa se le suonano come due pugili. Come detto è la Germani ad avere la meglio dopo essere stata in grado ad inizio ultimo quarto di recuperare uno svantaggio di 12 lunghezze con cui si era chiuso il terzo periodo. Dopo una prima metà di gara combattuta e che aveva visto gli uomini di Magro andare al riposo avanti 40-44, ad inizio ripresa la svolta. Sassari entra col coltello tra i denti piazzando un 29-13 che non lascia spazio a commenti. Partita chiusa? Sbagliato, perché nei primi 5 minuti dell’ultimo quarto i padroni di casa non segnano più permettendo agli ospiti di rientrare. Parziale di 15-0 e nuovamente Brescia avanti sino alla parità a quota 84 della sirena finale. Nel supplementare è la Germani che si porta subito avanti e chiude la contesa con due lunghezze di margine. I protagonisti della vittoria in casa lombarda sono Taylor e Della valle. Il primo esce dalla panchina e da una gran mano nella rimonta dell’ultimo quarto, il secondo è glaciale nel supplementare siglando 5 dei 10 punti complessivi di squadra. Oltre ai due già citati, cha hanno chiuso entrambi a quota 18 punti con 5/5 ai liberi, ottime prove di Gabriel (13 punti e 9 rimbalzi), Cobbins (8 punti e 8 rimbalzi) e Odiase (10 punti e 7 rimbalzi). Per quanto riguarda gli uomini di coach Bucchi i migliori sono stati senza dubbio Jones, top scoorer della contesa a quota 21, Robinson (17 punti, 4 rimbalzi e 7 assist), Bendzius (19 punti e 7 rimbalzi) e Kruslin (14 punti, 7 rimbalzi e 5 assist). Per la Leonessa ora testa alla sfida di sabato sera in casa contro Trento, altra seria contendente ai play off di Coppa Italia, mentre Sassari verrà ospitata domenica da Reggio Emilia.

Cronaca:

La sfida tra le due formazioni viaggia sul filo dell’equilibrio per quasi tutto il primo quarto. Sul finale di tempo però arriva la svolta con Brescia che prova a scappare grazie alla coppia Massinburg-Della Valle. I due firmano il 6-0 di parziale che porta gli ospiti ad avere un piccolo vantaggio al suono della  prima sirena (17-22). Va segnalato in questo inizio di partita l’ingresso sul parquet di Treier e Gentile. I due sono stati in dubbio fino all’ultimo istante perché ancora convalescenti dai rispettivi infortuni, ma coach Bucchi ha deciso che poteva bastare così, schierandoli entrambi. Ad inizio secondo quarto Massinburg è incontenibile e guida i compagni sul +8 (27-35), ben supportato da Laquintana e Taylor che realizza la tripla del massimo vantaggio. Grazie al gioco da 4 punti di Robinson i padroni di casa provano a mantenere la scia della Germani, ma gli errori in fase di possesso sono troppi per poter ricucire a pieno lo strappo (34-39). Alla pausa di metà partita si arriva dopo i liberi di Jones, il tap-in di Odiase e le bombe di Gabriel e Kruslin con Brescia che mantiene quattro lunghezze di vantaggio (40-44). Il terzo quarto viene giocato da Sassari su ritmi elevatissimi. I padroni di casa dimostrano di essere più in palla, recuperando il distacco e passando a comandare la contesa. La difesa rocciosa e le soluzioni offensive di alto livello, con Jones sugli scudi, permettono agli uomini di Bucchi di volare sul 56-51. La Dinamo non molla e nella seconda metà del quarto scava il solco.  Grazie anche a 9 punti in successione di Bendzius i padroni di casa si issano sul 69-54. La bomba di Taylor ridà vita a Brescia che ad inizio ultimo quarto domina l’avversario riportandosi sul -1 (69-68). Robinson interrompe il parziale di 15-0 e rifornisce la Dinamo dopo 5 minuti di digiuno, ma Taylor dai liberi regala prima la parità e successivamente Cournooh il nuovo vantaggio Germani (71-73). Ora è Brescia che sembra averne di più e nel testa a testa finale si presenta all’ultimo giro di orologio sul +3 dopo la bomba di Gabriel (79-82). Nel festival dei liberi è Robinson che regala l’ultima magia dei regolamentari. Sul 82-84 sbaglia di proposito il suo secondo tentativo recuperando il rimbalzo e permettendo a Jones di pareggiare i conti a quota 84. Nell’overtime gli uomini di coach Magro prendono subito la testa delle operazioni e non la mollano fino alla fine. Dopo l’ennesimo valzer di liberi dell’ultimo minuto Brescia può alzare le braccia portando a casa la vittoria per 92-94

Qui le statistiche dell’incontro

in foto: Amedeo Della Valle (Ciamillo-Castoria)

Riccardo Chiorzi