E’ in dirittura d’arrivo la prima fase a gironi della Champions League. Tra martedì e mercoledì si è completato il quadro della penultima giornata, con le gare valevoli per i gruppi D, E, G e H.

La Dinamo Sassari, pur lottando, ha dovuto arrendersi in casa alla più quotata GDA Bourgogne Dijon (72-85). Per accedere ai play-ins da terzi i sardi dovranno tentare l’impresa sul campo del Malaga e sperare in una concomitante sconfitta del PAOK in Francia. Tra i ragazzi di coach Piero Bucchi buona prova di De’Shawn Stephens (11 punti e 8 rimbalzi), miglior realizzatore Jamal Jones con 19 punti. I francesi hanno ottenuto il pass per gli spareggi di gennaio grazie ai 21 punti di David Holston e ai 17 di Markis McDuffie. Vicina al percorso netto l’Unicaja Malaga, che sul parquet del PAOK Mateco fa 5 su 5 (85-88). Gara decisa nei secondi finali dai liberi di David Kravish (13 punti e 7 rimbalzi). Per gli spagnoli 19 punti di Kendrick Perry, mentre ai greci non sono bastati i 27 punti di Yannick Franke.

Punto a punto anche la sfida tra Bakken Bears e Darussafaka (68-66). I tedeschi hanno avuto la meglio grazie al layup di Darko Jukic (17 punti) a un secondo dalla sirena, ottenendo così il primo successo nel girone E e spegnendo le speranze dei turchi di qualificazione diretta. Il MHP Riesen perde la possibilità di garantirsi con un turno d’anticipo l’accesso alla seconda fase cadendo in casa contro il rinato Hapoel Jerusalem (81-87, Zach Hankins 19 punti e 7 rimbalzi). Gli israeliani sono ora in pole position nella corsa al Round of 16.

Ottengono la qualificazione diretta alla seconda fase dopo Malaga altre due spagnole, il Lenovo Tenerife che ha agevolmente avuto la meglio sui greci del Peristeri (86-60, Fran Guerra 15 punti e 5 rimbalzi) e il Surne Bilbao, che ha schiacciato in trasferta i turchi del Bahcesehir College (60-92, Emir Sulejmanovic, 16 punti e 5 rimbalzi). Rientra in lizza per un posto nei playins il Bnei Ofek Dist Herzliya, impostosi il Lituania con il Rytas Linius (90-101), trascinato da un Maurice Kemp in giornata di grazia (33 punti e 11 rimbalzi).

 

CHI SALE

UNICAJA MALAGA

Continua il momento magico della formazione andalusa, che viaggia a gonfie vele in campionato e in Champions conosce solo la vittoria. Sul difficile campo del PAOK, l’Unicaja ha mostrato carattere, riuscendo a prevalere di misura in un acceso finale.

HAPOEL JERUSALEM

Grazie al blitz alla MHP Arena di Ludwigsburg, gli israeliani hanno ribaltato la situazione in classifica con i tedeschi e nell’ultimo turno potranno giocarsi l’accesso diretto alla fase a 16. Un successo maturato nei minuti conclusivi grazie alle buone percentuali al tiro (42,9% da tre) e ad un rapporto palle perse-recuperate nettamente migliore (14-12 contro il 19-6 del Riesen).

 

CHI SCENDE

DARUSSAFAKA

In caduta libera, i turchi hanno detto addio alle possibilità di qualificazione diretta perdendo sul campo dell’ultima in classifica. La sconfitta è maturata all’ultimo respiro, ma sul campo di una squadra ormai fuori dai giochi era obbligatorio portare a casa i due punti.

PERISTERI

Sul campo della Linovo Tenerife serviva un’impresa, ma i greci hanno ceduto quasi senza lottare, con un attacco imbarazzante e rischiano ora di dire addio anche alla possibilità di accedere al Round of 16 grazie ai play-ins.

 

TOP 5 DI BM

Maurice Kemp  (Bnei Ofek Dist Herzliya) Ala forte, 31 anni, 33 punti con 14/20 da due, 11 rimbalzi e 4 assist.

Zach Hankins (Hapoel Jerusalem) Centro, 26 anni, 19 punti e 7 rimbalzi.

Nikola Tanaskovic (Igokea) Ala, 25 anni, 13 punti, 13 rimblazi e 2 assist.

Emir Sulejmanovic (Surne Bilbao) Ala forte, 27 anni, 16 punti e 5 rimbalzi.

Fran Guerra (Lenovo Tenerife) Centro, 29 anni, 15 punti e 5 rimbalzi.

 

QUINTETTO IDEALE DI BM

Tony Carr (Bakken Bears)‎ Guardia, 25 anni, 16 punti, 9 assist e 3 rimbalzi.

Yannick Franke (Paok Mateco) Guardia, 25 anni, 27 punti con 4/16 da tre, 6 rimbalzi e 5 assist.

David Holston (JDA Bourgogne Dijon) Ala, 36 anni, 21 punti con 5/8 da tre e 5 rimbalzi.

Maurice Kemp  (Bnei Ofek Dist Herzliya) Ala forte, 31 anni, 33 punti con 14/20 da due, 11 rimbalzi e 4 assist.

David Kravish (Unicaja Malaga) Centro, 30 anni, 13 punti, 7 rimbalzi e 5 assist.

 

MVP DI BM

Maurice Kemp  (Bnei Ofek Dist Herzliya) Ala forte, 31 anni, 33 punti con 14/20 da due, 11 rimbalzi e 4 assist.

Protagonista assoluto nel blitz esterno del Bnei Ofek Dist Herzliya sul parquet del Vilnius. Sotto i tabelloni ha fatto il bello e il cattivo tempo, annichilendo gli avversari e rilanciando la candidatura dei suoi in chiave Round of 16. Una vera e propria forza della natura.

MIGLIOR UNDER 22 DI BM

Elija Childs (Bakken Bears) Ala, 23 anni, 10 punti e 10 rimbalzi.

Non spiccano prestazioni di rilievo di under 22 nella penultima giornata della prima fase, quindi segnaliamo il lungo ventitreenne che, a suon di gare convincenti, gode di un minutaggio sempre maggiore. Nella battaglia contro il Darussafaka è rimasto sul parquet 29 minuti, piazzando una doppia doppia e mostrando un atteggiamento da veterano sotto i tabelloni.

 

Salvatore Possumato

 

FOTO: Maurice Kemp, MVP di giornata con 33 punti e 11 rimbalzi (www.championsleague.basketbal)