Nuovo appuntamento del giovedì di Eurocup Emoticon, la rubrica di Basket Magazine dedicata al grande basket internazionale.

Questa settimana è andata in scena la quarta giornata della seconda competizione principale europea.

 

Giornata in chiaro scuro per le italiane, Venezia continua a volare nella competizione ottenendo un successo importante contro il Cedevita Olimpija Lubiana, in forte difficoltà nella competizione ed ancora non ha trovato neanche una vittoria.

Ancora a bocca asciutta Trento, che non trova il successo nella competizione da un anno e subisce un pesante passivo (-30) in casa di una delle rivelazioni di questa Eurocup, l’Hapoel Tel Aviv.

Ko di misura per la Germani Brescia che nonostante lotti per tutti e 40 minuti è costretta a cedere al PalaLeonessa contro la capolista JL Bourg, che è ancora imbattuta nella competizione con quattro vittorie in quattro gare

Continua invece il cammino netto del Buducnost Voli che passa in trasferta sul campo dei London Lions  con il punteggio di 78-87.

CHI SALE

 

HAPOEL TEL AVIV

Non vuole smettere di stupire la squadra israeliana, che come in campionato, è saldamente nelle posizioni di vertice anche in Eurocup, giocando un basket dove diverte e si diverte ed anche contro la squadra di Lele Molin arriva un altro convincente successo con un netto 93-63 e se questi sono i presupposti potrebbe anche centrare la seconda fasse

REYER VENEZIA

Continua a salir di colpi nella competizione la squadra di Walter De Raffaele, che nonostante l’assenza di Jordan Parks, domina la sfiga casalinga contro il Cedevita Olimpija Lubiana, trovando il secondo successo consecutivo e si lancia verso la parte alta della classifica di Eurocup

JL BOURG

La squadra francese dopo la deludente scorsa stagione europea non sa più perdere, arriva il quarto sigillo su quattro gare giocate al PalaLeonessa contro Brescia e si conferma una delle squadre più in forma nella competizione e si sta profilando come la vera alternativa al Buducnost per la conquista del girone

 

CHI SCENDE

 

CEDEVITA OLIMPIJA LUBIANA 

La squadra è distante anni luce rispetto ai fasti della scorsa stagione, che l’avevano portata ad essere una delle protagoniste della scorsa Eurocup. Contro Venezia arriva la quarta sconfitta in fila, sintomo delle difficoltà che sta vivendo il team sloveno in questo avvio di stagione europea, dove non riesce a trovare un modo per sbloccarsi

 

AQUILA BASKET TRENTO

 Ormai la vittoria è un lontano ricordo per la squadra di Lele Molin, che non vince da più di un anno in Eurocup e si conferma l’unica squadra italiana senza vittorie nelle coppe europee. 0-4 il bilancio, sintomo di una stagione europea che stenterà a decollare se non ci sarà un cambio di passo nella squadra trentina

 

TOP 5 DI BM

Jaylen Hoard (Hapoel Tel Aviv) Ala, classe 1999, +33 di valutazione 90 % da due, 100% TL, 22 punti finali.

Jordan Floyd (JL Bourg) Guardia, classe 1997, +25 di valutazione 66,7% da tre, 90% TL, 22 punti finali.

Trae Bell-Haynes (Buducnost Podgorica) Guardia, classe 1995, +22 di valutazione 66% da tre, 1oo% TL, 21 punti finali.

Kyle Allman (Paris Basketball) Guardia, classe 1995, +42 di valutazione, 67% da due, 100% TL, 30 punti finali

Jamel Morris (Lietkabelis) Guardia, classe 1992, +14 di valutazione, 50% da tre, 67% TL, 24 punti finali

 

QUINTETTO IDEALE DI BM

Trae Bell-Haynes (Buducnost Podgorica) Guardia, classe 1995, +22 di valutazione 66% da tre, 1oo% TL, 21 punti finali.

Jordan Floyd (JL Bourg) Guardia, classe 1997, +25 di valutazione 66,7% da tre, 90% TL, 22 punti finali.

Jaylen Hoard (Hapoel Tel Aviv) Ala, classe 1999, +33 di valutazione 90 % da due, 100% TL, 22 punti finali.

Onuralp Bitim (Bursaspor) Ala, classe 1999, +20 di valutazione, 42% da tre, 75% TL, 19 punti finali

Henry Ellenson (Badalona) Centro, classe 1997, +16 di valutazione, 62% da due, 75% TL, 13 punti finali a cui aggiunge 10 rimbalzi

 

MVP DI BM

Jaylen Hoard (Hapoel Tel Aviv) Ala, classe 1999, +33 di valutazione 90 % da due, 100% TL, 22 punti finali.

Conduce i suoi nel largo successo su Trento. Disputa un ottima sfida rivelandosi sempre un fattore e ferendo in diversi modi la difesa avversaria che non riesce mai a trovare un modo per contenerlo.  Il tutto coadiuvato da una grande presenza fisica sotto i tabelloni, sono 9 rimbalzi totali

 

MIGLIOR UNDER 22 DI BM

 Il miglior under 22 è George Conditt del Promitheas, uno dei trascinatori della squadra greca che nel successo sugli Hambourg Towers si è imposto con una prestazione maiuscola, producendo una doppia-doppia da 22 punti e 10 rimbalzi

 

Valerio Laurenti