Questo pomeriggio è andata in scena una delle sfide più avvincenti di questa stagione, partita chiave per la salvezza che si è trasformata in un vero spettacolo. Dopo un avvio abbastanza sottotono, per entrambe le squadre, sia Varese che Cremona si sono date battaglia per 60 minuti di gioco, regalandoci una partita intensa e bellissima, con un finale per “cuori forti”. Protagonisti assoluti dell’incontro i due veterani Poeta e Scola. Primo trentello della carriera per Peppe Poeta che ha messo in mostra tutte le sue qualità tenendo sempre in piedi, nei momenti più complicati, una Vanoli mai doma. L’intramontabile Luis Scola realizza 30 punti e, nonostante l’età, continua a giocare con la stessa classe che aveva stregato tutti gli appassionati di basket negli anni precedenti. Grande prestazione anche per Anthony Beane che realizza il suo massimo di punti nel nostro campionato segnando 27 punti, di cui una decina nei due overtime. Una partita bellissima nel quale gli attacchi hanno fatto da padroni e che nessuna delle squadre voleva perdere, piena di colpi di scena e cambi di inerzia continui. Cremona in caso di vittoria sarebbe potuta andare 2-0 negli scontri diretti e mettere 6 punti di distanza da Varese, mentre arriva la sesta sconfitta consecutiva e la classifica langue. Vince invece Varese che si rilancia nella corsa salvezza e entra in una settimana di fuoco, dove nel giro di quattro giorni recupererà le due sfide chiave contro Brescia e Fortitudo Bologna.

La Cronaca

Polveri bagnate per Varese in avvio, Cremona parte più aggressiva e dopo 5 minuti di gioco il risultato è 11-5 per gli ospiti. Al rientro dal timeout di coach Bulleri Varese infila un parziale di 12-0 e riesce a terminare il primo quarto sopra di 3, 21-18.

Nella seconda frazione parte forte Varese guidata dall’intramontabile Scola e si porta subito a+9 sul 30-21. Contro reazione della Vanoli che con un grande Fabio Mian e Dalton Hommes ricuce subito lo strappo e si fa di nuovo sotto ai padroni di casa. Varese reagisce e piazza un altro parziale firmato dagli 8 punti di fila dell’ex Roma Beane che valgono il +9. Cremona fatica a limitare Luis Scola che chiuderà il primo tempo con 15 punti segnati in 15 minuti, ma trova in uno straordinario Hommes l’arma giusta per rimanere attaccata alla partita. Negli ultimi 30 secondi un impavido Peppe Poeta prima segna un tap-in sulla testa di Scola e sulla sirena con una bomba fissa il sorpasso di Cremona sul 48-49.

Rientrati dall’intervallo la partita è molto equilibrata, si alza l’intensità difensiva di entrambi le squadre e le percentuali al tiro crollano sia da una parte che dall’altra. Dopo 5 minuti la partita è in totale parità sul 54-54. Cremona fa molto fatica a far girare la palla e Varese grazie alle giocate di Anthony Beane riesce ad allungare sul +6, ma 5 punti di fila di Fabio Mian ricuciono nuovamente lo strappo. Negli ultimi due minuti accelerano entrambi gli attacchi, da una parte i protagonisti sono Scola e Douglas dall’altra Poeta e Hommes. Un canestro in acrobazia di Douglas allo scadere del quarto porta Varese sul 67-64.

Daulton Hommes inizia la quarta frazione con uno spettacolare gioco da 4 punti e regala alla Vanoli il +1. Le due squadre rispondono colpo su colpo e la partita diventa molto fisica. Si entra negli ultimi 5 minuti  con Varese sopra 78-75, Cremona sbaglia diverse conclusioni ben costruite e Varese ne approfitta raggiungendo il +6 con una bella tripla di Jakovics.  L’ inerzia sembra indirizzata verso la squadra di casa ma la truppa di coach Galbiati non si scompone e con un bellissimo “runner” di Peppe Poeta agguanta la parità sul 81-81 a 2 minuti dal termine. Varese grazie a 2 liberi di Scola e un canestro di Toney Douglas si porta sul 85-81, Poeta risponde e segna in entrata. La squadra di coach Bulleri sbaglia con Scola e Poeta fa uno su due dalla linea della carità. A 20 secondi dalla fine Varese è sopra 85-84 ma Douglas fa 0/2 dalla lunetta. La Vanoli non molla e Cournooh realizza la bomba del +2 a 11 secondi dalla fine. L’ultima azione dei tempi regolamentari è nella mani di Douglas che attacca il ferro e sbaglia, ma con un tap-in Strautins manda tutto ai tempi supplementari.

Partenza spettacolare nell’overtime, le due squadre rispondono colpo su colpo. Cournooh mette la tripla del +3, risposta immediata di Ruzzier, Poeta riporta ancora sul +3 Cremona ma ancora una volta Varese risponde grazie alla bomba di Anthony Beane. Nell’ultimo minuto e mezzo di gioco nessuna delle due squadre riesce a trovare il fondo del canestro e il tiro sulla sirena di Beane viene respinto sul ferro mandando tutto al secondo tempo supplementare col risultato di 95-95.

Parte subito forte Beane nel secondo overtime realizzando un’altra tripla. La stanchezza naturalmente regna sovrana, ma il fallo antisportivo fischiato a Morse permette a Cremona di portarsi sul +2 con un’altra tripla di Peppe Poeta che firma il primo trentello della sua carriera. Scola e Beane riportano avanti Varese a 2 minuti dalla fine ma un canestro in backdoor di Tj Williams firma l’ennesima parità. Beane prende ancora in mano la situazione e segna la bomba del +3, il vantaggio dei biancorossi si allunga sul +5 a 30 secondi dalla fine grazie all’entrata di Luis Scola che raggiunge 28 punti nella partita. Sembra tutto finito ma Cremona ancora una volta non ci sta e Palmi realizza la bomba del -2. Beane fa 1/2 dalla lunetta. Cremona ha la possibilità di poter impattare ancora una volta questa incredibile partita ma il tiro di Palmi si infrange sul ferro. Scola fa 2/2 dalla linea della carità e manda i titoli di coda ad una delle partite più belle e intense di questa stagione.

QUI le statistiche del match

Nell’immagine Luis Scola, foto Ciamilio-Castoria

di Francesco Castrignanò