Valerio Mazzola, intervistato da Elisabetta Ferri su “Il Resto del Carlino – Pesaro”, ha parlato di come sia iniziato bene il cammino della sua Carpegna Prosciutto: “Siamo molto contenti, perché c’era una discreta aspettativa sul fatto che potessimo portare a casa la prima vittoria da Trieste. Perciò in una serata ad alta tensione da questo punto di vista, sono soddisfatto che siamo riusciti a mantenere costante la qualità del gioco che tutti si aspettavano per 40 minuti”.

E ora sabato alla Vitrifrigo Arena arriverà la sua grande ex squadra, l’Umana Reyer Venezia: “Non sarà emotivamente facile, le emozioni sono tante e diverse. Prima di tutto perché sarà la prima partita davanti al nostro pubblico e la voglia di fare bella figura è alta. Poi entra in gioco anche il mio passato recente, fatto di quattro lunghi anni di successi ma anche di grandi sacrifici, dove ho messo da parte me stesso per diventare l’ingranaggio di un meccanismo che ha portato a fare incetta di trofei. Questa per me è la cosa più importante, quindi quello che serve io lo faccio”.

Infine, un punto su come sta trascorrendo la sua avventura pesarese: “Qui si respira la pallacanestro in ogni angolo, c’è una forte passione e tra noi giocatori c’è il desiderio di soddisfarla. Mettersi alla prova al debutto casalingo contro una squadra molto forte è una grande sfida ma è anche il bello di questi posti dove sentire un po’ di pressione ti fa dire: non vedo l’ora che sia sabato”.

Fonte: legabasket.it