Torna a vincere in FIBA Europe Cup la Unahotels Pallacanestro Reggiana, che dopo la brutta sconfitta di mercoledì contro l’Iraklis sconfigge gli ungheresi del Kormend K. C. con il punteggio di 88-79. Gli emiliani hanno travolto i propri avversari nel primo quarto (12-34), ma hanno vanificato tutto il vantaggio nel secondo (31-16), permettendo agli ungheresi di rimanere a contatto per tutta la partita. Dal terzo quarto in poi la Unahotels si è limitata a contenere il Kormend, che però ha saputo andare a canestro con continuità (52% da campo, con 60% da due) ed è rimasta sempre incollata allo specchietto retrovisore della Pallacanestro Reggiana. La squadra di coach Martino, che è apparsa spesso disattenta (ha finito la partita con 15 palle perse) e in generale poco determinata e grintosa, alla fine è comunque riuscita a gestire il vantaggio (soprattutto grazie al contributo di Brandon Taylor, miglior marcatore della partita con 26 punti) e a ottenere la sua seconda preziosa vittoria europea. Da sottolineare la prestazione avversaria di Anthony Ireland (22 punti), sicuramente l’ultimo ad arrendersi della formazione ungherese.

LA CRONACA

Nel  primo quarto la Unahotels parte molto aggressiva, soprattutto grazie alle triple di Baldi Rossi e Kyzlink, e nella prima metà guadagna con merito un vantaggio di 12 punti. Gli ungheresi del Kormend cercano di controbattere, ma le offensive della Pallacanestro Reggiana sono inarrestabili nella prima frazione di gioco, che termina con il netto punteggio di 34-12 in favore degli emiliani. A inizio del secondo quarto, però, la squadra ungherese parte molto forte, e ricuce lo svantaggio accumulato con un parziale di 11-0. La Unahotels appare invece disattenta e poco concentrata, su entrambi i lati del campo, e non riesce a segnare per i primi tre minuti del quarto. E anche dopo che Koponen interrompe il digiuno con una tripla che balla su ferro e tabellone prima di entrare, la formazione di coach Martino continua a rimanere in balia del Kormend, che segna con regolarità e si riavvicina pericolosamente a -10. Il quarto termina con una Pallacanestro Reggiana in totale blackout, sia dal punto di vista offensivo (qualche tripla sbagliata di troppo), sia da quello difensivo (nove le palle perse). L’unica nota positiva degli emiliani proviene da Brandon Taylor, che mette a segno una tripla pesante e un canestro allo scadere, ma la partita è completamente riaperta e la Unahotels va negli spogliatoi con un vantaggio di soli sette punti (43-50). Dopo l’intervallo Reggio Emilia prende un po’ di respiro con una tripla di Baldi Rossi, ma gli ungheresi rimangono a stretto contatto e  nei primi cinque minuti riducono lo svantaggio a -6. La Unahotels si affida ancora una volta alle triple, del solito Baldi-Rossi, di Bostic e Taylor, ma la formazione emiliana non riesce a scrollarsi di dosso il Kormend, che anche grazie a un antisportivo fischiato a Candi verso la fine del terzo quarto, fissa il punteggio sul 61-67. Anche l‘ultimo quarto segue la falsa riga dei due precedenti, e gli ungheresi piazzano subito un parziale di 5-1. Reggio Emilia cerca di resistere e si mette nelle mani di Taylor, che inizia a macinare punti e consolida il vantaggio dei suoi, ma il Kormend continua ad andare frequentemente a bersaglio, soprattutto dalla lunga distanza, e rimane attaccato alla partita . Gli ungheresi ci credono fino alla fine, ma la Unahotels si limita ad amministrare il vantaggio e porta a casa la vittoria con il risultato finale di 79-88.

QUI le statistiche del match

Questa la classifica finale del girone

GAMES STREAK GAME POINTS POINTS
# Team P W L % Last 5 For Agt +/- FA AA
1 IRAK Iraklis BC 3 3 0 100
251 225 26 83.7 75 6
2 REGGI UNAHOTELS Reggio Emilia 3 2 1 66.7
232 226 6 77.3 75.3 5
3 MONS Belfius Mons-Hainaut 3 1 2 33.3
227 215 12 75.7 71.7 4
4 EGKO Egis Kormend 3 0 3 0
221 265 -44 73.7 88.3 3

 

LE PAGELLE

 

Kormend K.C.

Durazi 6

Thames 6

Ireland 7

Toth 6

Mocsan 7

Takacs 5

Taylor 6

Mosely 5

Ferencz 5

Nemeth 5

All. Ziga Mravljak 6.5

 

Unahotels Reggio Emilia

Sutton 6

Koponen 6

Bostic 6.5

Baldi Rossi 6.5

Taylor 7

Candi 6.5

Diouf 6

Kyzlink 6

All. Antimo Martino 6

 

In foto: Brandon Taylor (Ciamillo-Castoria)

 

Pier Paolo Polimeno