La situazione in casa Pallacanestro Varese non è delle più semplici. Ieri è arrivata un’altra sconfitta nel derby con Cantù. I biancorossi sono ultimi in classifica e le problematiche Covid non hanno fatto altro che peggiorare le cose.
Per questo lo storico patron del club, Toto Bulgheroni, a La Prealpina ha confidato: “Ho ricevuto la chiamata di Stefano Sardara. Il presidente di Sassari mi ha spiegato di non essere affatto contrario al blocco delle retrocessioni e mi ha quasi commosso quando ha toccato il tasto della necessità che la Lega Basket sia unita e coesa in questo momento di difficoltà per tutto il movimento”.
Sempre a La Prealpina è intervenuto anche il GM di Varese, Andrea Conti: “Sulla partita con Cantù non c’è molto da dire, al di là dell’impegno e dello spirito che abbiamo profuso. L’unica cosa evidente è che dobbiamo recuperare i giocatori ancora mancanti e cercare di vincere il maggior numero possibile di partite delle quattro da disputare nelle prossime due settimane. Serve ritrovare le forze e tornare a pieno organico nel minor tempo possibile.
Non siamo una squadra costruita per giocare ogni tre giorni, evidente che la fatica ci ha condizionato alla distanza, specie nei giocatori più esperti. Però gli alibi del Covid stanno esaurendosi: c’è bisogno di una svolta da giovedì, ma nessuno ha intenzione di tirarsi indietro: c’è tutta la volontà di lottare sino alla fine”.