Parziali: 20-22; 47-42; 68-65

Umana Reyer: Tessitori 5, Parks 7, Freeman 15, Bramos 20, Sima 5, De Nicolao ne, Granger 10, Chillo 1, Brooks 2, Willis 12, Minincleri ne, Watt 8. All. De Raffaele.

Efes: Beaubois 8, Bryant 2, Ilyasoglu ne, Gazi ne, Clyburn 23, Arna, Tuncer 5, Pleiss 3, Micic 19, Polonara 7, Zizic 12, Dunston 3. All. Ataman.

Anche nell’amichevole di lusso contro i campioni delle due ultime edizioni di Eurolega dell’Efes Istanbul l’Umana Reyer chiude con una vittoria, l’ottava in altrettanti incontri di precampionato: 85-82 nella prima uscita della nuova stagione al Taliercio.

Tutto il nuovo roster viene presentato ufficialmente al pubblico orogranata, ma non vanno a referto Spissu e Moraschini, con Granger, Freeman, Parks, Willis e Watt in quintetto. L’Umana Reyer parte subito con il piede giusto su entrambi i lati del campo (9-2 al 3’30” e time out turco), poi, dal 13-7 al 4’30” subisce il rientro dell’Efes, per la prima volta in vantaggio al 7’30” sul 16-18, ma l’Umana Reyer riesce a contenere sul -4 il massimo ritardo e il primo quarto si chiude sul 20-22.

Anche il secondo periodo vede una partenza migliore dei ragazzi di coach De Raffaele, trascinati da Bramos e Freeman sul 30-26 al 13’30”. Il match continua però sui binari dell’equilibrio fino al 35-35 del 17′. La fiammata finale orogranata arriva di nuovo dalle mani di capitan Bramos, con tre triple consecutive, intervallate dalla schiacciata di Parks da recupero difensivo, per il 43-36 al 18′, che diventa 47-42 al rientro negli spogliatoi.

Nonostante l’iniziale riavvicinamento dell’Efes (47-45), l’Umana Reyer tiene in mano l’inerzia della partita anche nel secondo tempo, riscrivendo il massimo margine sul 56-47 al 24′ e poi sul 59-49 al 24’30”. Sull’ennesimo assist di Granger (a fine partita saranno 13), Sima schiaccia il 64-57 al 27′, con time out turco, da cui l’Efes esce bene, tornando sul 65-63 al 29’30” e chiudendo il periodo, dopo la nuova tripla di Bramos, comunque a un solo possesso di ritardo: 68-65.

Gli orogranata ritrovano la doppia cifra di vantaggio al 32’30” sul 75-65, poi però risentono della fatica e della scavigliata che toglie dai giochi Parks, subendo il rientro degli avversari dal 77-67 del 33’30” al 77-75 del 37’30”. La schiacciata di Willis del 79-75 è il primo canestro dell’Umana Reyer dopo 4’30”, ma gli ospiti riescono a impattare a quota 79 con 100” da giocare. Al 39′, Bramos prima perde palla, poi difende alla perfezione sul contropiede di Clyburn e infine mette la tripla dell’82-79.
Granger fa 2/2 ai liberi a -15” ed è 84-80, così come Clyburn a -10” (84-82), mentre Freeman segna solo un libero a -9” per l’85-82. Dopo il time out Efes succede di tutto: recupero difensivo orogranata, controrecupero turco e doppia tripla sbagliata da Clyburn che sigilla il finale senza più canestri.

Fonte: reyer.it