In una lunga intervista rilasciata a Daniele Labanti sul “Corriere della Sera”, il coach della Virtus Segafredo Bologna, Sergio Scariolo, ha parlato dell’imminente sfida contro l’EA7 Emporio Armani Milano (live su Eleven e in chiaro alle 20.30 sul NOVE): “Per i tifosi resta una sfida dai toni superiori, ma né la stagione né la vita di entrambe si decideranno in questa partita. Per Bologna e Milano vedo un ruolo di responsabilità anche a livello italiano, in campionato siamo un riferimento che gli altri club provano ad avvicinare”.

I bianconeri vengono dalla prestigiosa vittoria in Eurolega contro il Fenerbahçe: “È stato un grande sforzo collettivo, affrontato senza tre giocatori e con allenatore e viceallenatore che non erano stati in palestra perché influenzati. È emerso il senso di responsabilità di staff e giocatori, anche di quelli in cattive condizioni, e la spinta decisiva che può dare una tifoseria calda”.

Scariolo ha anche sottolineato i problemi legati ad un calendario troppo pieno: “La saturazione del calendario è evidente, come lo è la necessità di armonizzare gli impegni dei club e le finestre Fiba delle Nazionali. Non sono certo, però, che sia altrettanto chiaro nella testa di chi deve decidere. Noi non siamo mai stati al completo una volta in questa stagione. È una questione anche di business: puoi organizzare tutti gli Archi di Trionfo che vuoi, ma se ammazzi i cavalli chi verrà a vederli?”

Fonte: legabasket.it