Brescia torna al successo in Eurocup, il suo terzo nella competizione e lo fa dopo quattro ko consecutivi, sconfiggendo il Cedevita Olimpija Lubiana in Slovenia sul punteggio di 83-80. Un successo sofferto per la compagine di coach Magro, che sembrava esser poter essere più agevole dopo l’ottimo avvio del club bresciano, che l’aveva visto portarsi anche a +13 (40-27) a metà secondo periodo, ma che poi si è bloccata in attacco ed ha visto il forte ritorno degli sloveni. Una sfida che ha evidenziato le difficoltà offensive di Brescia, che nella sfida ha faticato a trovare continuità sotto questo punto di vista, ma nonostante questo si è dimostrata molto cinica ed efficace nel finale, trovando il successo grazie ad una tripla di CJ Massinburg ad un minuto dal termine. Ottima invece la prestazione di squadra nella metà campo difensiva, dove ognuno ha dato il suo contributo e si è dimostrata molto solida nei momenti decisivi della sfida, consegnando così il successo al team di Magro. Dunque una prova ottima nel complesso, ma che mostra su cosa dovrà lavorare il coach bresciano, ovvero sui cali della squadra, troppo frequenti nelle ultime uscite ed anche oggi un quarto da appena 24 punti segnati e ben 24 subiti rischiava di condizionare l’esito della sfida. Buono il debutto dell’ex Apollon Patrasso Ryan Taylor, che ha prodotto 13 punti, in crescita anche CJ Massinburg che si sta sempre di più ambientando in questa nuova realtà ed ha chiuso a 16 punti. Ancora una volta il leader di questa Brescia è però Amedeo Della Valle, che chiude un’ottima partita a 19 punti. D’altra parte invece continua la crisi del Cedevita, che subisce la settima sconfitta consecutiva nella competizione, con una sola vittoria all’attivo ed è sempre più ultima nel girone A. Una squadra che nonostante gestisca bene i vari momenti della sfida, non riesce a chiudere le sfide nei finali, come accaduto oggi dove ha sciupato sette lunghezze di vantaggio (79-72) che aveva a tre minuti dalla sirena finale. Per il Cedevita arrivano 23 punti di Muric e 17 di Ferrell.

LA CRONACA

Nel primo quarto a partire meglio sono gli attacchi, con le difese che faticano a contenere le offensive avversarie, così dopo tre minuti Brescia è avanti 7-9. Con un’alta intensità ed aggressività difensiva la Germani continua a controllare la sfida ed a tre minuti dal termine del periodo è in vantaggio 13-18. La squadra di Magro trascinata da Cj Massinburg allunga ancora e chiude la prima frazione avanti 20-29. Nel secondo quarto l’andamento della sfida non cambia e dopo tre minuti Brescia è in vantaggio 32-25. Arriva la reazione del Cedevita guidata da Muric, che riduce il gap ed a tre minuti dall’intervallo si porta sul -3 (39-42). La squadra slovena riesce a superare ed arriva all’intervallo avanti 44-43. Nel terzo quarto continua a regnare l’equilibrio nella sfida, così dopo tre minuti le squadre sono in parità sul 48-48. Nessuna delle due squadre continua a riuscire a far pendere l’inerzia della sfida dalla sua parte, ma il Cedevita riesce ad andare avanti 56-54 a tre minuti dal termine del periodo. L’andamento della sfida non cambia e la squadra slovena chiude la terza frazione in vantaggio 62-60. Nel quarto periodo regna ancora una volta l’equilibrio nella sfida, che non riesce a trovare un padrone, così a sette minuti dalla sirena finale, le squadre sono in parità sul 69-69. Guidata dal duo Dragic-Muric il Cedevita riesce ad allungare ed a tre minuti dal termine è avanti 79-72. Arriva la reazione di Brescia guidata da Della Valle e CJ Massinburg che con una tripla firma il +1 (80-81 a 46 secondi dal termine). Brescia vince 80-83.

QUI le statistiche del match

 

QUESTA la classifica

 

CEDEVITA OLIMPIJA LUBIANA I TOP

Edo Muric: La vera spina nel fianco della difesa bresciana, che non riesce mai a trovare un modo per contenerlo e si è dimostra il vero e proprio trascinatore del team sloveno, chiude la sua prova a 23 punti

Yogi Ferrell: Più incostante del suo compagno, ma riesce sempre a ferire nei momenti che contano della sfida, anche lui prova a tenere in vita la sua squadra finchè riesce, chiudendo un’ottima partita a 17 punti

 

CEDEVITA OLIMPIJA LUBIANA I FLOP

Josh Adams: L’ex Virtus Bologna delude nella sfida, non riuscendo mai ad incidere, soffrendo in difesa dove non contiene mai gli esterni di Brescia ed in attacco la situazione non migliora, chiude a 7 punti con un 3/9 da due ed uno 0/3 da tre

Matic Rebec: L’ex Ravenna non riesce mai ad entrare all’interno della sfida, in difesa ha spesso alti e bassi non trovando mai continuità ed in attacco mette a referto solamente 3 punti

 

GERMANI BRESCIA I TOP

Amedeo Della Valle: Sempre più leader di questa Brescia, la squadra si affida a lui nei momenti di difficoltà e lui non la delude mai, anche oggi prestazione maiuscola, fatta di 19 punti

CJ Massinburg: L’americano che nella prima metà di stagione sembrava non aver ingranato sta crescendo di partita in partita, salendo sempre di colpi settimana e dopo settimana ed anche oggi lo ha dimostrato con la tripla della vittoria e con i 16 punti a referto

Ryan Taylor: Ottimo il primo impatto europeo del neo giocatore di Brescia, che ha avuto sin da subito inciso ogni volta che veniva chiamato in causa, chiude a 13 punti

 

GERMANI BRESCIA I FLOP

Tai Odiase: In 12 minuti in campo non ha nessun impatto sulla sfida, nè in difesa dove spesso soffre contro i lunghi del Cedevita tantomeno in attacco dove produce solamente 1 punto

Kenny Gabriel: Serata storta per l’ala di Brescia oggi, che nonostante svariati tantativi non riesce mai ad entrare all’interno della partita, alti e bassi in difesa ed in attacco produce solamente 2 punti con 1/3 da due ed uno 0/7 da tre

 

LE PAGELLE:

Cedevita Olimpija Lubiana: Rebec 5, Omic 5,5, Ferrell 6, Radovic S.V., Jeremic N.E., Alibegovic 6, Muric 7, Mulalic N.E., Adams 5, Matkovic S.V., Gnjidic S.V., Dragic 6,5, coach Golemac 5,5

Germani Brescia: Gabriel 5, CJ Massinburg 7,5, Nikolic 6, Della Valle 7, Taylor 6,5, Cobbins 6, Odiase 5, Burns S.V., Laquintana S.V., Cournooh 6, Moss 6, Akele 6, coach Magro 6

 

Nell’immagine Amedeo Della Valle, foto Ciamillo-Castoria

Valerio Laurenti