BOLOGNA – Al PalaDozza l’Efes batte la Virtus Bologna per 85-80 e lo fa tirando con il 69% da due, il 33% da tre ed il 90% dalla lunetta.
La Segafredo risponde con il 71% da due, il 23% da tre ed il 69% ai liberi. 31 a 31 il computo dei rimbalzi catturati. 12 le palle perse dei bianconeri, 14 quelle dei turchi.

Le pagelle

VIRTUS BOLOGNA

CORDINIER 6 Ci ha messo tutta l’energia possibile immaginabile. Segna 5 punti con 2 assist
MANNION ne
BELINELLI ne
PAJOLA 6.5 Si sbatte in difesa, si rende utile anche in attacco: 5 punti per lui in 16’
BAKO 5.5 Fatica contro i lunghi dell’Efes per tutta la partita: 1 punti e 2 rimbalzi
JAITEH 6 Buono inizio, poi si eclissa nella ripresa. Nel complesso produce una partita sufficiente
LUNDBERG 7 Gladiatore, 8/9 da due. Segna con continuità segnando 22 punti
HACKETT 7 Eccezionale in difesa, bene anche in attacco: 6 punti e 4 rimbalzi
MICKEY 6.5 Fa un buon fatturato (15 punti e 7 rimbalzi). Dentro l’area dice la sua.
WEEMS 5 Gioca 10’ non lascia affatto il segno
OJELEYE 7.5 Segna con continuità dalla distanza, è l’unico della Virtus a farlo: 15 punti e 6 rimbalzi
TEODOSIC 5.5 Un giocatore esperto come lui non si può permettere di perdere la testa in quella maniera. La sua espulsione ha riscaldato l’ambiente ma è costata cara ai suoi: 6 punti e 2 rimbalzi con 4 assist
ALL. SCARIOLO 6.5 La sua Virtus esce sconfitta, ma lo fa a testa altissima. È una Segafredo combattiva, con idee su entrambi i lati del campo. Stasera esce sconfitto, ma nella testa rimane l’ottima prova

EFES

BEAUBOIS 7.5 Protagonista assoluto della partita, è pericoloso per tutta la partita: 19 punti in 34’
BRYANT 6.5 Buonissimo avvio, segna 8 punti. Poi alla fine la luce dei riflettori se la prendono altri
ILYASOGLU ne
CLYBURN 9 Fenomeno vero. giocatore stellare: 21 punti in 31’
TAYLOR sv Gioca appena 5’
PLEISS 6.5 Pericoloso, sempre pericoloso, con quel tiro dalla media: 9 punti e 3 rimbalzi
MICIC 5.5 Limitato benissimo dai giocatori della Virtus. Perde 7 palloni tira male: in 37’ segna 12 punti
MBAYE 8 È una delle chiavi del successo dell’Efes. Segna 3 triple di fila che di fatto piegano i suoi ex colori: 11 punti
POLONARA 5.5 Da lui ci si aspetta di più. Sta faticando ad entrare in ritmo e nei meccanismi di Ataman: 2 punti in 11’
ZIZIC 5.5 Non lascia il segno nei suoi 12’ in campo: 3 punti
DUNSTON sv Gioca solo 6’
ALL. ATAMAN 7 L’Efes gioca duro e alla fine vince. Ha dovuto soffrire più del dovuto, ma presto tornerà anche Larkin e si ricandidano tra le favorite dell’Eurolega

Eugenio Petrillo


Nell’immagine Milos Teodosic, foto Ciamillo-Castoria