Milano torna al successo in Eurolega dopo nove ko consecutivi consecutivi e lo fa con una prova d’orgoglio sconfiggendo la Stella Rossa 71-67 all’Aleksandar Nikolic Hall. Una gara in cui l’Olimpia ha gettato il cuore oltre l’ostacolo, ma in cui ancora una volta sono emerse le difficoltà a gestire i vantaggi nella seconda metà di gara. Il club meneghino era stata prima sul +18 (37-55) a metà terzo periodo e poi sul +15 (51-66) a cinque minuti dalla sirena finale, ma è stata per due volte riacciffata dalla squadra serba, che come dimostrato nelle ultime sfide, non si arrende mai fino al 40esimo minuto. A differenza delle ultime uscite (vede con il Maccabi Tel Aviv e Panathinaikos) questa volta Milano è stata lucida nei momenti finali di gara, soprattutto con Billy Baron che ad un minuto dalla fine ha messo la tripla che ha messo in ghiaccio la sfida e poi i due liberi di Mitrou-Long nel finale hanno suggellato definitivamente la sfida. Una vittoria arrivata grazie alla difesa, dove ad eccezione del terzo quarto (dove è stata molto altalenante) è sempre stata solida e ben organizzata e non ha mai dato modo alla Stella Rossa di poter far pendere l’inerzia della sfida dalla sua parte, limitandola a solo 29 punti nelle prime due frazioni di gioco, fattore che poi ha permesso a Milano di gestire la sfida, contenendo il vemente ritorno degli ospiti. Nelle file dei meneghini in evidenza Billy Baron con 19 punti e Brandon Davies con 15 punti. Arriva invece il primo ko nella competizione per coach Dusko Ivanovic dal suo arrivo sulla panchina della squadra serba (era 6/6 nella competizione) frutto di una partita dove la Stella Rossa non è mai riuscita a trovare la costanza giusta, soprattutto in fase offensiva, che l’ha costretta ad inseguire per tutta la durata del match ed arrivare corta nel finale, con la tripla di Nedovic a 26 secondi dalla fine, che aveva portato i padroni di casa sul -2 (67-69), che aveva illuso di poter completare la rimonta. Prova dei serbi condizionata soprattutto dalla prova incostante difensivamente nella prima metà di gioco, dove hanno concesso a Milano in trasferta 43 punti, troppi per pensare poi di poter portare a casa la sfida e continuare la loro rincorsa in classifica. Alla Stella Rossa non basta la doppia-doppia da 20 punti ed 11 rimbalzi di Filip Petrusev ed i 16 punti di Luca Vildoza.

QUI le statistiche del match

 

Nell’immagine Brandon Davies, foto Ciamillo-Castoria

Valerio Laurenti