Derthona-Venezia è il big match del turno numero 5 di LBA, sfida tra la capolista e la terza forza del campionato: il finale al PalaFerraris è 77-61 per i padroni di casa, che dominano la partita lasciando a bocca asciutta la squadra oro-granata che era in un buon momento di forma.

CRONACA

77-61 il finale al Pala Ferraris, i padroni di casa hanno dominato la partita infliggendo il secondo ko stagionale ad una Reyer che ha trovato un buon flusso offensivo soltanto nel terzo quarto e nemmeno per 10′. 29 punti al 20′, 32 nel secondo tempo dopo averne segnati 86 di media nelle prime 4 partite. Il successo piemontese si basa tutto su una difesa che ha saputo reggere l’urto alla grande infilando non granelli ma sassi nell’ingranaggio offensivo della squadra veneta, unito ad una fase offensiva pulita per almeno 30′ e che ha saputo leggere e punire tutte le disattenzioni difensive veneziane. Un passo indietro deciso per gli ospiti, che hanno avuto un buon contributo soltanto da Granger, Brooks e Spissu, mentre è decisamente negativa la prova di Freeman, Watt, Willis. Per Ramondino grande prova di squadra ed una testa della classifica che è meritatissima per quanto visto finora: 20 assist di squadra, 58% da 2, 40% da 3 e 36 rimbalzi. Tutti dati che vanno a sovrastare un team lagunare troppo piatto e mai realmente dentro la partita. Una fiammata difensiva nella terza frazione rimette Granger e compagni a -4, ma Severini e Tavernelli rilanciano la fuga decisiva. Negli ultimi 5′ è puro garbage time con Venezia sconnessa nella doppia fase e costretta a capitolare.

QUI le statistiche

Daniele Morbio

Ciamillo-Castoria