Serata di conferme quella di questa sera a Forlì. I romagnoli infatti confermano il proprio stato di forma e si confermano ai vertici della classifica. Anche per la Kigili arriva la certezza, e cioè l’incapacità di poter vincere, e a volte anche semplicemente giocare, lontano da Bologna e dal Paladozza.

Partita che dura meno di 15 minuti, con una Bologna vivace nei primi 4 minuti e succube di una superiore Forlì per i restanti 36.
I romagnoli stravincono e dominano il derby guidati da un superlativo Valentini (20 per lui) spalleggiato da un infinito Cinciarini, che ancora a 39 anni spiega pallacanestro.

Fortitudo che per l’ennesima volta regala una americano e non è nemmeno più una notizia. Assenti ingiustificati anche Thornton e Aradori, ma in generale difficile parlare di singoli per una squadra che realmente non è mai stata in partita. Cucci (21 per lui) unica nota positiva emiliana.

Da segnalare un fastidio alla caviglia per il capitano Matteo Fantinelli, su sponda Fortitudo.

PAGELLE, TOP E FLOP UNIEURO FORLÌ:

VALENTINI TOP VOTO 8: Dominio. 20 punti con 5/9 da 3 e 6 assist. Bologna non trova contromisure e lui è libero di sguazzare e segnare a piacimento.

CINCIARINI TOP VOTO 7,5: 15 punti per lui, 7/12 dal campo, cosa vuoi dirgli a 39 anni?! I maturandi cestistici prendano esempio.

SANFORD VOTO 6,5

POLLONE VOTO 7

ADRIAN VOTO 6

GAZZOTTI VOTO 5,5. Se volessimo mettere un Flop a Forlì andremmo a bussare alla sua porta, ma difficile trovare esagerare insufficienze in un partita del genere. 0 punti ma 8 rimbalzi.

PENNA VOTO 6.

RADONJIC VOTO 6,5.

BENVENUTI VOTO 6,5.

PAGELLE, TOP E FLOP KIGILI FORTITUDO BOLOGNA:

CUCCI TOP VOTO 7: 21 punti, il migliore dei suoi, l’unico dei suoi a stare in campo. Va decisamente oltre quello che gli viene chiesto, ma oggi c’è poco da star sereni.

DAVIS, ARADORI, THORNTON E PANNI FLOP VOTO 4: oggi giusto fare di tutta un’erba un fascio. Tragica prestazione dei 2 americani (uno ormai quasi una certezza) e Aradori, mai in partita, percentuali pessime. Si aggiunge Panni che dopo l’infortunio di Fantinelli ha la possibilità di provare a fare bene, fallisce.

FANTINELLI VOTO 5,5.

ITALIANO VOTO 5.

BARBANTE VOTO 5.

La cronaca della partita:

Inizio tutto di marca emiliana che dopo 3 minuti costringe Martino al primo timeout sul 3-10. Primo quarto di parziali, il timeout forlivese paga e 15-14 casalingo a 4 dalla fine. Ritmo altissimo anche negli ultimi minuti, attacchi che però si fermano visibilmente e 22-18 casalingo al decimo.

Secondo quarto a senso unico. Forlì prova la fuga, Bologna non riesce a produrre pallacanestro, segna praticamente solo con un tiro impiccato di Italiano. Al ventesimo 50-35 Forlì e dominio romagnolo.

Ritorno in campo da polveri bagnate per entrambe le squadre, dopo 4 minuti il parziale dice 0-4 ospite.
Cinciarini prende possesso della situazione e praticamente da solo respinge lo sterile tentativo di rimonta bolognese, 39 anni e non sentirli. La Fortitudo non è in campo e il quarto si chiude, giustamente, 66-47. Bologna inguardabile.

La partita non c’è più. L’ultimo quarto sono 600 secondi di garbage time in cui Bologna non ci prova neanche più. Molto poco da segnalare, finale 88-66.

QUI le statistiche del match

 

Matteo Cuppi