Un match folle, ai limiti della realtà. Brase e la sua Varese tornano alla vittoria e lo fanno nella maniera più pazza che potesse esistere. Dopo un overtime nel quale è successo di tutto, Trieste si deve arrendere 104-99.

Un match folle. Un match nel quale Varese fino agli ultimi 6 minuti di partita ha dominato nettamente Trieste, andando anche sopra di 14 punti. Poi un blackout inspiegabile, con un Bartley (28 punti in 36 minuti) che ha messo a ferro e fuoco la difesa biancorossa, e la tripla allo scadere di Davis (19 in 36) che hanno messo seriamente a repentaglio la partita della Openjobmetis.

Ci ha pensato uno straordinario Ross. Sua la tripla del definitivo sorpasso nell’overtime che vale il 100-99, suoi anche i successivi 4 punti che consegnano due punti che pesano come un macigno nella classifica. Sicuramente, a livello difensivo, Varese ancora è nettamente indietro e si deve assestare su dei livelli superiori, visto e considerata la difesa assassina a 2.3 secondi dalla fine su Davis che avrebbe potuto spegnere ogni possibile overtime.

Intanto i biancorossi hanno ritrovato la vittoria, che era la cosa più importante. Con un Ross, un Woldetensae e un Owens in grandissimo spolvero. Rammarico enorme per coach Legovich, che ha dimostrato una caparbietà e una saggezza assoluta, nel non darsi mai per vinto e nello stare sempre dentro la partita più pazza finora di questo campionato.