Nell’anticipo delle 17 una superlativa Mantova non si fa impietosire dalle pesanti assenze bolognesi, vince, e frena la corsa della Fortitudo che non riesce così ad allungare la striscia oltre le 2 vittorie consecutive.

I lombardi ottengono così il loro quarto successo in campionato ed evidenziano le difficoltà degli emiliani lontano dalle mura amiche. 

Senza Aradori e Davis, Bologna insegue per quaranta minuti terminando con un timido e velleitario tentativo di rimonta al cospetto di una Mantova che rialza così la testa dopo la sconfitta di Rimini.

La cronaca della partita:

Polveri bagnate iniziali per i padroni di casa e Fortitudo che con l’inusuale coppia Panni-Fantinelli fa 5-0.

Dopo 3 minuti è l’ex di turno Cortese a muovere il punteggio mantovano.

La seconda metà del primo quarto si apre su uno scialbo 5-5 e squadre che faticano a trovare spazi utili. 

Cortese prima e Thornton poi fanno pari 10, Cucci risponde a Palermo e primo quarto che finisce 19-14 per i padroni di casa con il canestro allo scadere dai 6,75 di Criconia.

Secondo quarto e immediato massimo vantaggio Mantova sul 21-14 che 2 minuti dopo diventerà 23-16. Un antisportivo di Italiano porta Dalmonte a chiamare il primo timeout. Tre tiri liberi dello stesso 31 bolognese riavvicinano la Fortitudo sul 25-19 dopo 4 minuti. 31-23 dopo 6 con una Mantova più lucida e compagine bolognese che muove il punteggio poco, e solo dalla lunetta. Veronesi si sblocca dall’arco e i Valli’s scollinano la doppia cifra di vantaggio sul 34-23. Dopo manciate di minuti senza canestro dal campo, una tripla di Italiano e un fade away di Fantinelli, accorciano sul 38-30. Ultimo minuti aperto da un tecnico a coach Dalmonte che evidenzia il nervosismo degli emiliani che faticano a reagire. Panni risponde a Veronesi nel 44-33 di fine periodo.

Al rientro dagli spogliatoi è Cucci ad aprire le danze con il 3+3 del meno 5 emiliano, Miles risponde e nuovo 47-39 lombardo.

Fortitudo con un’altra faccia e Mantova in bonus dopo 3 minuti. Cortese non fa sconti a chi l’ha cresciuto e fa 52-42.

57-48 a 4 dalla fine, Ross entra di carattere in partita con 7 punti quasi consecutivi che mantengono un margine di sicurezza mantovano.

La tripla di Palermo prima e quella di Ross (con fallo) poi fanno più 16. Delirio Staff.

Barbante e Fantinelli accorciano, 66-54 al trentesimo.

Ultimo quarto. Ross cerca di riaprire la partita con un antisportivo tanto brutto quanto inutile, Italiano ringrazia e Panni fa meno 7 sul 68-61. Palermo e Veronesi rispondono immediatamente e ricacciano sul -12 la Fortitudo. Tecnico ad Italiano ed espulsione conseguente all’antisportivo del primo quarto e la sensazione che la partita in termini di risultato finisca qua. 

76-61 a 7 minuti dal quarantesimo.

Ross continua a portare a scuola i lunghi avversarsi e timeout Dalmonte sul 78-61.

Fantinelli è l’ultimo ad arrendersi, tripla e timeout Valli sul 78-66 a 4 minuti dalla fine. Orgogliosamente la Fortitudo ci prova e coi liberi di Biordi fa 80-73 a 1:20 dalla fine. La tripla di Panni illude, Cortese fa 2/2 dalla lunetta, Barbante schiaccia, Calzavara la chiude. Game set and match. Vince Mantova, 89-80.

QUI le statistiche complete del match 

Matteo Cuppi